Roseto, l’attacco di Marcone: “Città abbandonata da questa Giunta”

Il consigliere comunale di opposizione al Comune di Roseto Angelo Marcone torna a puntare il dito contro l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Sabatino Di Girolamo. Questa volta l’argomento è legato alla stagione estiva.

Dalla programmazione della stagione alle manutenzioni, sostiene Marcone, la politica dell’annuncio del duo Di Girolamo / Ginoble genera ormai solo titoli di giornale ma nulla di concreto. A farne le spese l’intera collettività rosetana, cittadini ed imprenditori ormai diventati vittime sacrificali del governo a targa PD.

Affermazioni pesanti da parte del giovane consigliere che critica il Comune per non aver stilato ad oggi un calendario di manifestazioni estive.

“La manutenzione del territorio, che proprio di questi tempi dovrebbe risultare ancor più curato per attrarre turisti sia dai comuni limitrofi che dall’estero”, prosegue, “è scadente, l’illuminazione pubblica non è funzionante e persino il lungomare centrale è al buio. Quanto basta per rendere la nostra città imbarazzante al confronto con le altre sei sorelle della costa teramana”.

Secondo Marcone, nonostante tutto Roseto piace, potenzialmente potrebbe eccellere, ma a suo dire non è guidata dalle persone giuste.

“È lecito anche chiedersi, a questo punto”, aggiunge, “come siano stati spesi gli introiti della tassa di soggiorno fino ad ora incassati poiché i risultati in città non sono per nulla evidenti”.

L’esponente politico spera che la gestione di parte degli introiti dell’imposta di soggiorno venga assegnata alle associazioni di categoria in maniera indipendente, senza tornare ai tavoli di concertazione, che alla fine porterebbero a scelte politiche e non strategiche da parte dell’amministrazione. Sulla questione turistica ha detto la sua anche Flaviano De Vincentiis, ex dirigente di Casa Civica, evidenziando lo stato di degrado e di abbandono in cui versa la frazione di Cologna Spiaggia

“A stagione inoltrata le spiagge della nostra frazione sono in completo abbandono”, dice, “del ripascimento promesso ad oggi non se ne vede nemmeno l’ombra. Cologna merita maggiore attenzione nella manutenzione e nell’organizzazione di eventi, soprattutto nella stagione turistica”.