Sant’Egidio, Romandini rinuncia all’indennità da sindaco. In piazza la prima seduta del consiglio FOTO VIDEO

Sant’Egidio alla Vibrata. Elicio Romandini rinuncia all’indennità da sindaco. Lo stipendio mensile (una volta coperte le spese elettorali) sarà versato in una sorta di fondo sociale, che poi sarà destinato ad associazioni, onlus e comunque a beneficio di persone bisognose.

 

Il proposito Romandini lo ha illustrato a margine del consiglio comunale di insediamento che si è tenuto in serata in piazza, dinanzi ad una degna cornica di pubblico. Esauriti i punti all’ordine del giorno, Romandini ha tenuto un breve discorso ai presenti. Evidenziando quelli che saranno gli obiettivi dell’attività di governo (in primo luogo “ efficacia dell’azione amministrativa e recuperare un rapporto con i dipendenti e riportare le scuole al centro del Paese”), togliendosi alcuni sassolini dalle scarpe (“pagina Facebook del Comune scomparsa, problemi con l’indirizzo di posta del sindaco”) e parlando della volontà di rinunciare all’indennità di funzione.

La prima seduta consiliare, come di consueto, è stata assorbita da tutte le incombenze previste dalle norme. Romandini ha comunicato l’assetto dell’esecutivo e le deleghe assegnate anche i consiglieri, mentre il capogruppo di maggioranza sarà Simone Cianchella. L’opposizione, invece, sarà rappresentata dal capogruppo Alessandro Forlini (“centrodestra per Sant’Egidio”). Sirio Talvacchia, invece, ha fatto una breve analisi sull’esito elettorale (“visti gli assetti che si erano creati, non avremmo mai potuto vincere, ma rispettiamo il risultato perché il popolo è sovrano”).

Questa la composizione della giunta e le deleghe ai consiglieri

 

 

Elicio Romandini (sindaco) che ha mantenuto le deleghe ai lavori pubblici, grandi opere, politiche energetiche, edilizia scolastica, ricerca finanziamenti, polizia municipale, personale. Lugino Medori (vicesindaco) con deleghe a urbanistica, pianificazione del territorio, sicurezza; Alessandra Lucidi (assessore): bilancio, attività produttive, commercio, società partecipate, lavoro; Annunzio Amatucci (assessore): manifestazioni, eventi, qualità della vita, servizi alla cittadinanza; Ilaria Galiffa (assessore): pubblica istruzione, cultura, servizi per l’infanzia. Nazzareno Campanelli (consigliere): ambiente, trasparenza, rapporti con il consiglio comunale; Veronica Bonvetti (consigliere): politiche giovanili e politiche sociali; Simone Cianchella (consigliere): capogruppo, patrimonio, decoro urbano, servizi cimiteriali; Giovanni Anastasi (consigliere): associazioni, tempo libero, protezione civile, sport.