Sant’Egidio, soddisfazione del sindaco per i lavori sulle strade provinciali

Sant’Egidio alla Vibrata. Soddisfazione da parte del sindaco di Sant’Egidio, Elicio Romandini, per l’avvio dei lavori che la Provincia ha avviato su alcune strade di competenza sul territorio cittadino. Sotto questo profilo, infatti, sono state diverse le interlocuzioni tra il sindaco e il presidente della Provincia, Diego Di Bonaventura, per facilitare interventi in questa direzione.

 

L’ultimo vertice si è tenuto lo scorso 17 dicembre, tra il sindaco e i consiglieri provinciali Gennarino Di Lorenzo e Lanfranco Cardinale.
I lavori riguardano parte della viabilità relativa alla strada Provinciale 2 Villa Lempa – Martinsicuro, che attraversa Sant’Egidio, e precisamente dal bar “Il Cubo” fino all’esercizio pubblico “Ristorante Dermot” e consistono nella messa in sicurezza del manto stradale, più volte invocato dalla cittadinanza.
“Questo primo intervento, continua il Sindaco di Sant’Egidio alla Vibrata, è stato il frutto di intense trattative e accese discussioni, con esito positivo”.
Un primo risultato importante per tutto il sistema della viabilità del nostro comprensorio ed è frutto delle positive sinergie instaurate tra il Comune e la Provincia di Teramo.
Per tale intervento ringrazio tutti quelli che si sono adoperati in modo serio e fattivo, mi riferisco in primis al Presidente della Provincia Diego Di Bonaventura e ai suoi due Consiglieri Lanfranco Cardinale e  Gennarino Di Lorenzo, ai quali faccio le mie personali scuse, per non avere io creduto alle loro assicurazioni.
Vero è però che le mie insistenze erano giustificate dalla preoccupazione di non poter intervenire prima delle feste natalizie e soprattutto prima di eventuali avverse condizioni atmosferiche.

Resta comunque molto da fare ancora e mi riferisco soprattutto al completamento dell’intero tratto della S.P. N.2 e in particolare dalla Madonna delle Grazie fino al nostro cimitero dove c’è già un finanziamento della Provincia per la messa in sicurezza, sia viario che dei relativi marciapiedi; in proposito ho già firmato una ordinanza per il taglio di tutte le piante che non permettono di far tornare percorribile tale tratto di viabilità, sia viario che pedonale”.
Ci sono anche in corso, con la Provincia di Teramo, trattative per ulteriori interventi su altre strade provinciali; mi riferisco in particolare alla S.P. N.14 che collega il centro di Sant’Egidio alla Vibrata con Passo del Mulino, poi ancora sulla S.P. N.1/C che collega la S.P. N.2 alla S.P. N.1 della bonifica del Tronto, partendo dalla Madonnina in contrada Ponte, e infine la S.P. N.57 che dalla rotonda, lungo S.S.N.259, si collega con il Comune di Ancarano.
Speriamo che l’Amministrazione Provinciale di Teramo possa reperire le necessarie riscorse per mettere in sicurezza tutto il nostro territorio, un territorio che da un quinquennio è stato abbandonato.