Silvi, Villaggio del Fanciullo e Stella Maris: “Luoghi destinati ai giovani”

“Il Villaggio del Fanciullo e area Stella Maris, strutture dedicate agli orfani post guerra; sorgono a sud della fascia costiera di Silvi Marina e dal 1948 hanno alle spalle una storia tenera e coinvolgente che interessa personaggi di spiccata importanza, come l’artista, pittore e scultore Guglielmo Coladonato che oggi vive a Roma ma che ha passato la sua infanzia proprio qui dove è stato avviato alla scultura”. A ricordare la valenza storica e culturale di due siti importanti di Silvi, è il candidato sindaco del centro destra, Andrea Scordella.

“Oggi più che mai è all’abbandono totale, in un degrado incontrollato; l’impegno dell’amministrazione guidata da Andrea Scordella sarà quello di creare un polo di accoglienza ed opportunità di aggregazione per i giovani, in un’ottica di promozione del mondo giovanile, che sappia in prima istanza proporre un’offerta culturale e ricreativa per tutti, ma nel contempo realizzare servizi e strutture in grado di rispondere alle differenti esigenze della cittadinanza”.

In particolare, secondo il programma del candidato sindaco, le ”casette” dell’ex Stella Maris “verranno date a canone agevolato ai giovani che vorranno aprire dei locali serali, bar e/o ristoranti”.

Per quanto riguarda invece la riqualificazione del Villaggio del fanciullo, “si procederà attraverso un progetto di recupero e ristrutturazione con una futura destinazione a centro culturale d’eccellenza, grazie anche alla collaborazione con le università del territorio; tra gli obiettivi strategici c’è anche la realizzazione di un auditorium/teatro del mare all’aperto e di una biblioteca”.

(Foto di Massimo Losacco)