Tortoreto, lungomare chiuso per tre sere: la polemica M5S

Tortoreto. ” Un tratto di lungomare asfaltato in piena estate con grande disagio. La profusione di mezzi e di risorse. Tre giorni di lungomare chiuso, con traffico deviato, non parcheggi e i sassi anti-terrorismo. Tutto lasciava presagire ad un evento di successo”.

 

Inizia così una nota decisamente polemica del Movimento 5 Stelle di Tortoreto relativamente a parte della Coppa del Mondo Inline Alpine di pattinaggio che si è conclusa ieri. Le gare si sono svolte in collina, lungo via Enzo Ferrari, ma una parte dell’evento era previsto sul tratto centrale della riviera. Con le premiazioni. La parte ludica serale e una gara sprint di pattinaggio, che però non si è tenuta.

 

 

“La serata di gara prevista al Lido non si è tenuta”, sottolinea il Movimento rappresentato in consiglio comunale da Riccardo Straccialini, “senza alcun preavviso o giustificazione, lasciando 1 km di lungomare praticamente deserto e nel deserto.

 

L’evento mondiale Inline Alpine, seppur di uno sport minore, doveva essere valorizzato diversamente, pubblicizzato e veicolato in modo adeguato.

 

Un calendario estivo provvisorio annunciato in aprile con grande spolvero che via via si è sgonfiato, tra eventi annullati e spostati ed altri non previsti, ma realizzati, non poteva che produrre questo deserto”.

 

La polemica. “Superficialità, incompetenza uniti ad un pizzico di mania di grandezza stanno producendo l’estate più triste di sempre dal punto di vista dell’offerta di eventi e manifestazioni. Meno selfie e più programmazione e lavoro duro, sarebbero necessari”.

 

Nel frattempo il M5S rende noto di aver effettuato un accesso agli atti per avere tutte le informazioni sulla programmazione degli eventi nelle ultime due stagioni per avere un quadro della situazione per quanto concerne l’organizzazione e i contributi erogati.