Tortoreto, tasse, strisce blu, farmacia e affidamenti: tutti gli interrogativi di Lega e Impegno Civico

Tortoreto. Tassazione, parcheggi a pagamento, ritardi nell’approvazione della variante al Prg, affidamenti diretti e farmacia comunale.

 

E’ una sequenza di critiche, ma anche di quesiti rivolti all’amministrazione civica, quelli che avanzano gli oppositori della giunta Piccioni: il capogruppo della Lega Nico Carusi e l’associazione Impegno Civico di Franco Rampa. I due schieramenti, nella giornata di ieri, hanno tenuto una conferenza stampa per analizzare una serie di questioni, alcune delle quali strettamente legate all’attualità.

Di sicuro il tema della tassazione rientra tra questi, con la recente delibera con la quale è stata prevista l’istituzione dei parcheggi a pagamento, nel periodo estivo, anche in due spazi di piazza Berlinguer. “L’amministrazione vuole solo far cassa”, sottolinea Franco Rampa, ” non rispettando il programma elettorale nel quale si parlava di una riduzione della pressione fiscale. Prevedere la sosta a pagamento anche in piazza Berlinguer, in una delle poche aree a sosta libera del Lido, avrà l’effetto di creare disagi per i residenti, oltre che ai turisti. A questo poi aggiungiamo la tassa di soggiorno e l’applicazione del rosso semaforico sulla Statale. La sicurezza stradale fa fatta con la prevenzione e non facendo solo cassa. A tutto questo, poi, si aggiunge una scarsa attenzione al decoro urbano. Basta vedere come sono messi i vari sottopassi ferroviari, a partire da quello della stazione”.

Nell’articolata presa di posizione, Lega e Impegno Civico, non mancano di sottolineare i ritardi nel percorso legato al nuovo polo scolastico, l’approvazione della variante al piano regolatore (“ad oltre 1 anno dall’esame delle osservazioni lo strumento non ha compiuto altri passi ufficiali”), e tutti dubbi legati alla farmacia comunale, attualmente senza un direttore. “Che futuro ha la farmacia comunale”? ci si interroga. ” La si vuole vendere, o percorrere altre strade? È necessario che sotto questo aspetto ci sia una chiarezza”.

Nico Carusi ha ribadito nell’occasione che una serie di quesiti e domande fatte in consiglio comunale non hanno trovato ancora risposta, tornando a ricordare il tema “controverso” degli affidamenti diretti, questa volta nel settore dei lavori pubblici, sempre alle stesse società. Tema sul quale, peraltro, la commissione di vigilanza ha iniziato il suo lavoro.

Non manca nemmeno un’anticipazione. ” Nella prossima seduta consiliare”, dice, ” chiederò al segretario comunale se l’attività professionale dell’assessore ai lavori pubblici Arianna Del Sordo è compatibile per il ruolo istituzionale che ricopre e nel caso di specie, con la presenza nella commissione urbanistica”.