Pescara, ‘Libriamoci’: la staffetta delle parole

Pescara. Una singolare staffetta quella che si terrà al liceo classico D’Annunzio dal 24 al 29 ottobre, dove a correre saranno le parole dei libri.

I ragazzi infatti partecipano alla campagna Libriamoci 2016, promossa dal MIUR e dal MiBACT, in collaborazione con il Centro per il libro, che si propone l’obiettivo di stimolare la lettura.

I ragazzi leggeranno ai loro compagni brani di autori quali Shakespeare e de Cervantes, in occasione dei 400 anni dalla loro scomparsa; ci saranno anche letture di brani sul tema della legalità.

Ad organizzare la ‘staffetta’ libraria del classico, la docente Agnese Berardini, che dichiara: “Realizzeremo una sorta di staffetta delle emozioni; come atleti in gara, accoglieremo il testimone che Ariosto, Shakespeare, de Cervantes, Dahl, Bradbury, S. Agostino, Erodoto, Manzoni, Sciascia, Saviano e tanti altri grandi autori ci passeranno, per riversarle in un libro ed in una mostra che, a loro volta, passeranno il testimone ad altri atleti sul percorso della vita”.

“Nel suo romanzo più famoso Fahrenheit 451 Ray Bradbury fa dire al protagonista Montag: E per la prima volta mi sono accorto che dietro ogni libro c’è un uomo. Un uomo che ha dovuto pensarli. Un uomo a cui è occorso molto tempo per scriverli, per buttar giù tante parole sulla carta. Mi è sembrato lo slogan più adatto per sottolineare che leggere è scoprire l’essere umano che c’è in noi e provare emozioni universali”.