Pescara, difficoltà di apprendimento: il progetto dell’Istituto Acerbo

Pescara. Si chiama ‘Tutti per uno, uno per tutti: effetti straordinari di sinergie a scuola’ il progetto didattico dell’Istituto Tito Acerbo, che sarà presentato venerdì 11 novembre, ore 11:15 in Aula Magna.

Sarà presente l’Assessore regionale Marinella Sclocco che ha apprezzato l’iniziativa e desidera approfondirne insieme agli operatori scolastici, alle famiglie e agli esperti il valore inclusivo , didattico e formativo.

Il progetto, che coinvolge anche le famiglie dei ragazzi, è basato sull’inclusione dei ragazzi che hanno difficoltà di apprendimento e bisogni educativi speciali, inseriti spesso in classi molto numerose.

Il progetto è proposto dal team operante nel Cic dell’Istituto Tito Acerbo di Pescara, in collaborazione con Docenti interni specializzati per curare l’apprendimento di alunni con Dsa/Bes e in sinergia con l’azione delle Famiglie che vengono coinvolte per promuovere la crescita degli adolescenti non solo a livello umano e scolastico, ma anche nel ruolo di futuri cittadini consapevoli di essere portatori di diritti, ma anche di doveri.

La novità del progetto dell’Acerbo è offerta dall’intervento di figure professionali specialistiche (psicologo- psicoterapeuta, sociologo, counselor) in grado di affiancare i docenti nell’analisi dei dati diagnostici e dei comportamenti degli studenti e di aiutarli a mettere in gioco negli studenti competenze diverse.

Il progetto prevede:

incontri informativi che coinvolgono alunni, famiglie e docenti;

percorso formativo per i docenti a cura degli esperti, con studio di casi, lavori di gruppo, approfondimenti individuali e nel consiglio di classe, applicazione pratica dell’appreso con gli alunni dsa, anche tramite la produzione di materiale didattico e l’utilizzo di strumenti e tecnologie;

creazione di un forum in cui i docenti del Consiglio di Classe possano condividere e monitorare le osservazioni e le informazioni sull’alunno;

valorizzazione della Peer Education;

sportello di ascolto e supporto ai docenti ed ai genitori da parte degli esperti e dei docenti specializzati in orario mattutino e pomeridiano;

sportello didattico pomeridiano per gli studenti finalizzato all’acquisizione dell’autonomia nello studio e nell’uso di strumenti compensativi e dispensativi.