Sindacato dei giornalisti: i risultati di #ControCorrente

È un risultato che impone rinnovamento e discontinuità: i numeri che #ControCorrente ha ottenuto nelle elezioni per il rinnovo degli organismi dirigenti del Sindacato dei giornalisti abruzzesi non rappresentano “soltanto il successo di una realtà politico-sindacale che muove ora i suoi primi passi, ma sono la voce di quella maggioranza di colleghi che oggi chiede di voltare completamente pagina”.

 

Nella lista dei professionali erano 159 gli aventi diritto al voto: 81 hanno scelto #ControCorrente. Una percentuale assoluta del 50,94% che sale al 68,06% se si tiene conto solo dei 119 voti validi espressi.

 

In numeri assoluti, anche riunendo in un unico blocco i voti di professionali e collaboratori delle liste concorrenti resta uno stacco di 81 e 69 in favore di #ControCorrente (54% sul totale dei voti espressi).

 

Ora questa scelta di cambiamento può essere premiata anche da altri colleghi, i tanti che ancora oggi restano fuori dal sindacato: alcuni hanno già supportato dall’esterno il nostro lavoro, riconoscendo la validità di una proposta che guarda con decisione a un futuro diverso per la categoria, a tutti offriamo un programma aperto ad ogni collaborazione. Dopo rinnovamento e discontinuità torniamo a parlare di inclusione.

 

 

 

Nel Consiglio direttivo sono stati eletti: Rocco Coletti, Roberto Raschiatore, Ezio Cerasi e Paolo Mastri; nei revisori dei conti Gianni Quagliarella e Luca Pompei; nel collegio dei probiviri Giustino Parisse.



In questo articolo: