Dopo Ryanair l’Aeroporto d’Abruzzo perde anche il volo Pescara-Fiumicino

Pescara. “Pescara ha definitivamente perso il collegamento aereo con Roma-Fiumicino: a partire da ieri la compagnia sta coprendo la tratta solo per chi aveva già acquistato il biglietto aereo garantendo la presenza di un autobus, in sostituzione dell’aeromobile, che parte da piazza della Repubblica. Un grave danno per l’economia locale, per tutto l’indotto, ma anche per la stessa Alitalia che comunque aveva investito ben 20milioni di euro per tre anni”. Lo afferma Armando Foschi, membro dell’Associazione ‘Pescara – Mi piace’ e che per primo, lo scorso marzo, ha lanciato l’allarme sullo stop al collegamento.

“Domani, al vertice romano sui Trasporti – dice Foschi – il governatore D’Alfonso andrà semplicemente a chiudere la stalla dopo che i buoi sono già tutti scappati e tornerà a casa con un pugno di mosche in mano. La situazione del nostro scalo è ormai agonizzante. Mentre ancora vacilla la trattativa con Ryanair che attende atti amministrativi concreti dal Governo Renzi prima di decidere sulla sua futura permanenza o meno a Pescara, è arrivata la nuova batosta da parte di Alitalia che da qualche anno utilizzava velivoli della compagnia Mistral Air, dislocati negli aeroporti di Ancona e di Trieste, per garantire vari collegamenti in Italia, anche verso l’aeroporto di Fiumicino”.

“Alitalia – spiega il membro di Pescara Mi Piace – ha deciso di spostare su Ancona e Trieste i vettori sino a oggi utilizzati da Pescara e Perugia, cancellando questi ultimi due scali, e questo perché ha preferito continuare a investire più su Ancona e Trieste, mantenendovi un traffico già ampiamente consolidato, piuttosto che rischiare su una città come Pescara, dove Alitalia ritiene, secondo voci ben accreditate, di non aver ricevuto grande considerazione né da parte del Governo regionale del Presidente D’Alfonso né tantomeno dall’attuale governance della Saga, che non si è mai neanche preoccupata di svolgere una campagna informativa per ricordare la disponibilità di tre voli giornalieri su Fiumicino”.