Fondi Fas: all’Abruzzo solo 12milioni

regione_abruzzoPescara. “Chiodi esprime soddisfazione per le briciole”. Conciso e diretto il commento di Camillo D’Alessandro, capogruppo regionale Pd, per l’assegnazione minoritaria dei fondi Fas all’Abruzzo. Il Pd accusa Chiodi per lo scarso risultato e per le destinazioni scelte per i fondi in arrivo: “Ci sono altre priorità”, critica Marinella Sclocco.

Le cifre messe a paragone parlano chiaro; il Comitato interministeriale per la programmazione economica ha assegnato 7 miliardi di fondi Fas alle regioni, ma non in egual misura: 1 miliardo e 100mila euro alla Puglia, 1 miliardo e 700mila euro alla Campania, 1 miliardo ciascuno per Calabria, Sicilia e Sardegna, e all’Abruzzo solo 12milioni. “Si è consumata l’ennesima vergogna grazie al ruolo di figurante del governatore Chiodi”, ha attaccato questa mattina in conferenza stampa D’Alessandro, “solo 12milioni che egli annuncia di destinare ai mondiali juniores di sci . Si tratta solo di briciole”. E se poco avrebbe fatto Chiodi per l’assegnazione, peggio farebbe nell’utilizzarli. “Certamente i mondiali possono rappresentare una vetrina per l’Abruzzo e dare un po’ di sollievo a tutto l’indotto”, prosegue, “ma ci assumiamo la responsabilità di affermare che venivano dopo. Prima, venivano tutte le misure necessarie per la riattivazione economica dell’intera regione”.

Priorità, per il Pd, sarebbe dovuta andare alle categorie più deboli: “il ripristino dei rimborsi per i malati oncologici e l’anticipazione di 6 milioni a favore dei Piani di Zona”, ricorda la consigliera Marinella Sclocco, che con Claudio Ruffini è la firmataria di un apposito emendamento approvato nell’ultima seduta del Consiglio regionale. Gli fa eco, in una conferenza quasi in contemporanea a quella del Pd, l’assessore Paolo Gatti, definendolo “un importante provvedimento in favore delle Politiche Sociali. “Questi sei milioni di euro – ha spiegato Paolo Gatti – furono stanziati dall’assessorato al Lavoro per far fronte al debito con gli Enti d’Ambito Sociale, in base al vecchio Piano Sociale di fatto inapplicabile. In questo modo, con l’ anticipo di questa somma, potranno essere saldati i debiti con le cooperative sociali, e permettere cosi’ l’offerta di un servizio in grado di soddisfare l’utenza. Questo emendamento – ha concluso l’assessore Paolo Gatti – è stato votato a larghissima maggioranza, a dimostrazione di come si possano superare steccati e polemiche strumentali, nel bene dei cittadini abruzzesi”. L’assessore ha poi ribadito l’importanza dell’Avviso “Voucher per la formazione universitaria e l’alta formazione), con il quale la Regione Abruzzo, con lo stanziamento di un milione di euro, sosterrà i percorsi di studio universitari e post universitari. “Prima aiutavamo solo gli studenti bisognosi. Da oggi – ha detto Gatti – sosterremo gli studenti bisognosi e meritevoli, così come dice la Costituzione. Vogliamo premiare il merito, lanciando un messaggio ai ragazzi che hanno voglia di arrivare in alto”.

 

Daniele Galli