Legge su aborto, Rifondazione Comunista: ‘Abruzzo segua esempio del Lazio’

Pescara. ‘Giudichiamo molto positivamente la decisione della Regione Lazio che sta suscitando tante polemiche. E’ doveroso fare in modo che nel servizio sanitario nazionale sia garantita l’applicazione di una legge dello Stato.

Non è il caso di fare guerre di religione.

La legge 194 ha quasi 40 anni e ne sono passati poco meno dal referendum del 1980 quando fu sconfitto il tentativo di abrogarla.

Anche la Regione Abruzzo dovrebbe seguire l’esempio della Regione Lazio visto che la percentuale di medici obiettori è la stessa: 80,7%.

Non siamo in possesso dei dati per singole Asl ma le percentuali in alcuni casi potrebbero essere anche più alte’, dichiarano in una nota  Maurizio Acerbo e Viola Arcuri, del Partito della Rifondazione Comunista