Banco Alimentare, pasti gratis ai bisognosi: l’iniziativa

Un euro per donare quattordici pasti a persone bisognose dell’Abruzzo: è l’iniziativa messa in campo, dal 7 luglio al 6 agosto, dal Banco Alimentare dell’Abruzzo, in occasione dei 20 anni di attività’.

 

I clienti degli ipermercati Iper di Citta’ Sant’Angelo, Colonnella e Ortona potranno scegliere di donare, direttamente in cassa, 1 euro che verrà aggiunto allo scontrino; una somma grazie alla quale quest’opera sociale recupera e redistribuisce 7 kg di cibo equivalenti a 14 pasti (secondo la stima adottata dalla Federation Europeenne des Banques Alimentaires, un pasto corrisponde a 500 grammi di alimenti). Nel corso della campagna, nei tre punti vendita verrà anche allestita la mostra “C’è qualcosa di grande tra di noi”.

 

Il  Banco Alimentare dell’Abruzzo  aiuta  47.106 persone indigenti, di cui 3.066 bambini, mediante una rete di 241 enti convenzionati (Caritas, associazioni di volontariato, parrocchie, case famiglia).

 

 

    “Siamo molto lieti di questa iniziativa che – commenta il direttore del Banco Alimentare Cosimo Trivisani -, da un lato ci permette di collaborare fattivamente con una importante catena della grande distribuzione nazionale, dall’altro di far conoscere ancora di più le nostre attività che da vent’anni, grazie alla rete di enti convenzionati sul territorio di tutta la regione, sostengono chi vive nel bisogno. Grazie di cuore al gruppo Iper e a quanti vorranno aderire alla campagna”.

“La nostra collaborazione con il Banco Alimentare – afferma Martino Giannubilo, direttore di Iper Pescara – risale a diversi anni fa ed è andata man mano ampliandosi nell’intento comune di aiutare chi è nel bisogno. Nel 2013, abbiamo firmato come gruppo Iper, La grande i, un accordo grazie al quale lo scorso anno sei ipermercati aderenti all’iniziativa hanno donato circa 57.000 chili di cibo. Inoltre, ogni anno tutti i nostri ipermercati partecipano alla Giornata Nazionale della Colletta Alimentare, un evento che solo nel 2016 ha permesso al Banco Alimentare, anche grazie al nostro contributo, di raccogliere un totale di 8.500 tonnellate di cibo da destinare ai poveri”.