Rischio idrogeologico e danni maltempo: gli interventi della Regione Abruzzo

autorita-di-bacinoL’Aquila. “Abbiamo esaminato tutte le istanze dei sindaci e dei portatori di interessi istituzionali con un approfondimento del quadro conoscitivo della pericolosità e dei rischi delle aree interessate affrontando anche la modalità con cui legare tutti i profili di competenza e conoscenza che possono aiutare l’Abruzzo a recuperare la sanezza dei suoi spazi, del capitale naturale e delle dotazioni ambientali”.

E’ il commento del Presidente della giunta regionale, Luciano D’alfonso che questa mattina, all’Aquila, ha presieduto la riunione del Comitato istituzionale dell’Autorità dei bacini di rilievo regionale dell’Abruzzo con all’ordine del giorno, tra l’altro, le modifiche alle cartografie del Piano stralcio fenomeni gravitativi e processi erosivi oltre all’approvazione del piano attività e del rendiconto di esercizio.

Un incontro partecipato a livello istituzionale, alla presenza del Segretario generale dell’Autorità di bacino, Michele Colistro, dei due assessori regionali di competenza, Donato Di Matteo e Mario Mazzocca, del Presidente della provincia di Chieti, Enrico Di Giuseppantonio e di alcuni assessori provinciali. Al centro della riunione la nuova zonizzazione tecnica e normativa del rischio ambientale e idrogeologico per una definizione esaustiva, in termini di conoscenze, metodi e tecniche delle condizioni di rischio e quanto è realmente fattibile con le risorse umane, strumentali ed economiche oggi disponibili. “Ho voluto conoscere – ha aggiunto D’Alfonso – punti di forza e di debolezza attuali dell’attività di pianificazione e programmazione da cui dovranno scaturire programmi di interventi prioritari finalizzati all’abbattimento del rischio per la popolazione e le aree esposte e la messa a punto di strategie di mitigazione e difesa dai rischi naturali ed antropici?. I lavori del comitato istituzionale dell’Autorità di bacino sono aggiornati al 16 settembre, alle ore 9.20.

Nel frattempo è stata convocata una riunione, che si terrà il 10 settembre a Pescara, voluta dal Presidente di Regione Abruzzo Luciano D’Alfonso con i sindaci del Pescarese ed altre figure istituzionali per programmare e realizzare una serie di interventi mirati alla rilevazione e mitigazione del rischio idrogeologico. Seguiranno altre riunioni in ogni provincia abruzzese.

MALTEMPO, DI MATTEO: IN CORSO SOPRALLUOGHI PER LE MAREGGIATE

L’assessore ai Lavori pubblici, Donato di Matteo, rende noto di aver provveduto questa mattina ad incaricare i tecnici della Direzione Lavori Pubblici, Ciclo Idrico Integrato e Difesa del Suolo e della Costa di effettuare i sopralluoghi di verifica dei danni arrecati dalle forti mareggiate. “La violenza del maltempo – ha dichiarato Di Matteo – ha colto di sorpresa gli operatori del settore che hanno già sofferto per la stagione balneare negativa. Lo scenario che si presenta è una spiaggia devastata, palme divelte, ombrelloni e sdraio volati via e molti tratti di spiaggia erosi dal mare. I danni si sono verificati su quasi tutta la costa abruzzese”. Le verifiche sono in corso nelle province di Pescara, Teramo e Chieti. “All’esito delle relazioni – ha concluso l’Assessore – convocheremo un incontro con gli operatori del settore e attiveremo tutte le procedure per salvaguardare la nostra costa e per consentire l’ultimo scorcio di stagione balneare”.