Abruzzo, pubblicata la nuova ordinanza balneare

L’ordinanza balneare annuale è il documento di riferimento per cittadini, imprese, associazioni ed ogni altra forma di utenza la cui attività si riferisce a diverso titolo ai litorali regionali e definisce l’inizio e la fine della stagione balneare, che per il 2019 sarà dal 2 marzo al 13 ottobre.

 

L’ordinanza balneare stabilisce le regole che i concessionari devono rispettare per l’utilizzo degli arenili, comprese le norme igienico sanitarie, gli orari di apertura e chiusura degli stabilimenti balneari, le modalità di garanzia di accesso alla spiaggia a tutti gli utenti. Vengono definiti nel documento anche i divieti da rispettare, quale il quello di campeggio e pernottamento lungo gli arenili e le modalità di accesso alle spiagge con mezzi meccanici in casi particolari. In generale sono inserite tutte le prescrizioni tese a salvaguardare le persone e l’ambiente naturale.

 

In particolare l’apertura degli stabilimenti balneari, per elioterapia, è consentita dal 2 marzo al 13 ottobre e, da quest’anno, anche nei mesi invernali, dal 14 ottobre al 1 marzo, con l’iniziativa “Mare d’inverno”, con possibilità di utilizzare una superficie in concessione per massimo 1.000 mq (opportunità già utilizzata da altre Regioni e interessante, per le sue ricadute turistiche e occupazionali, anche per l’Abruzzo).

 

Altra novità è quella per cui le aree che gli stabilimenti attrezzano per i giochi potranno essere mantenute per l’utilizzo della collettività anche nei mesi invernali.

 

Prevista anche la possibilità di attrezzare, per tutto l’anno, parti delle aree in concessione per l’accoglienza dei cani, con particolari accorgimenti.

 

Inoltre gli stabilimenti balneari, e le spiagge libere, dovranno essere dotate di defribillatore.

 

L’Ordinanza balneare 2019 è stata emanata con Determinazione Dirigenziale DPH002/21 del 1 marzo 2019 del Servizio Politiche Turistiche, Demanio Marittimo e Sostegno alle Imprese della Regione Abruzzo.