Conalpa Abruzzo, servono regolamenti per il patrimonio arboreo NOSTRA INTERVISTA

Piano del verde, regolamento sulle manutenzioni, affidarsi ad esperti agronomi per individuare piante malate e che devono essere abbattute. E’ il suggerimento di Conalpa, il Coordinamento Nazionale per gli Alberi e il Paesaggio, rivolto ai Comuni abruzzesi.

La tutela del patrimonio arboreo deve essere al primo posto per avere città sempre più a misura d’uomo, dove il verde sia predominante per una migliore qualità della vita. Purtroppo non è sempre così.

E molto spesso si assiste ad abbattimenti indiscriminati, a veri e propri maltrattamenti nei confronti delle piante, a delle potature senza senso. Conalpa dunque vuole dialogare con gli enti, soprattutto collaborare. L’Abruzzo è da sempre considerata la Regione Verde d’Europa. Il turismo sostenibile sta crescendo anno dopo anno. Sempre più turisti scelgono località con percorsi salutari, con ampi spazi verdi, aree alberate.

La politica, secondo Conalpa, deve fare di più sotto questo aspetto. Deve investire nel proprio territorio, nella tutela del patrimonio arboreo in ogni città, incentivando anche la crescita di aree destinate non al consumo del suolo, ma alla realizzazione di zone alberate.