Concessioni demaniali: vertice in Regione con le associazioni di categoria

Tutte le associazioni di categoria dei balneatori (Sib-Confcommercio, Assobalneari Abruzzo, Cna, Fiba Confesercenti), accompagnate anche da singoli iscritti, hanno risposto oggi pomeriggio all’invito del presidente vicario della Regione Abruzzo Giovanni Lolli,

 

Che li ha voluti ascoltare nella sede della Giunta regionale a Pescara in merito alle previsioni contenute nella legge di bilancio 2018, all’interno della quale (commi 682 e 683 dell’art. 1) è prevista l’estensione delle concessioni balneari ad uso turistico per un periodo di 15 anni a far data dal 31 dicembre scorso. Per la Regione, oltre a Lolli, erano presenti il consigliere regionale Luciano Monticelli, il segretario particolare del presidente Enzo Del Vecchio, il direttore del Dipartimento turismo Francesco Di Filippo ed il funzionario del Demanio marittimo Ettore Mantini.

Lolli, interpretando il sentimento comune della categoria circa una organica e condivisa procedura amministrativa da tenere ad opera dei singoli Comuni costieri esercitanti le funzioni del demanio marittimo ad uso turistico per conto della Regione, nei giorni precedenti aveva dato incarico alla struttura del Demanio di appronta una circolare esplicativa proprio per favorire il miglior disbrigo delle procedure da parte degli enti locali.

Le disposizioni sono contenute in una determina regionale datata 22 gennaio, che approva anche un modello facsimile che i titolari di concessione marittima dovranno presentare ai Comuni di appartenenza per certificare “l’acquisizione della volontà da parte dei concessionari ad accedere all’estensione della durata delle concessioni per 15 anni a far data dal 31 dicembre 2018”. L’iniziativa e il provvedimento sono stati accolti con entusiasmo da tutti i rappresentanti dei balneatori presenti e, unitamente a Lolli, è stato assunto l’impegno a trasferire questo orientamento della Regione Abruzzo a tutte le Regioni italiane nel tavolo tecnico che si terrà domani a Roma.