Finanziamenti per giochi nei parchi pubblici: l’Abruzzo pubblica il bando

L’assessorato alle Politiche sociali della Regione Abruzzo mette a disposizione dei Comuni risorse finanziarie per l’acquisto di giochi inclusivi da installare all’interno di parchi gioco.

 

È quanto stabilisce un Avviso, pubblicato oggi sul portale della Regione Abruzzo, che permette ai Comuni abruzzesi di presentare domanda per ottenere finanziamenti che mirano a rendere quanto più possibile fruibili i parchi gioco. “Per il prossimo triennio – spiega l’assessore alle Politiche sociali Piero Fioretti – abbiamo messo a disposizione 300 mila euro inseriti nel Fondo straordinario per l’acquisto di giochi inclusivi.

 

L’obiettivo è rendere fruibile a più piccoli i parchi gioco disseminati nei comuni abruzzesi che molto spesso vivono una condizione di abbandono e degrado e che non possono essere oggetto di intervento di riammodernamento o ristrutturazione da parte dei Comuni stessi a causa della mancanza di risorse in bilancio. L’Avviso nasce con questo intento, nella speranza che i comuni sappiano approfittare del contributo straordinario presentando progetti finanziabili”. L’Avviso nella sua formulazione tecnica “tende a distribuire risorse ad un numero elevato di Comuni. Abbiamo infatti stabilito – aggiunge Fioretti – un tetto di 75 mila euro per provincia, il fatto che un comune può presentare istanza per intervenire su un solo parco gioco e la possibilità di interventi che riguardano anche il solo acquisto di giochi”.

 

Secondo quanto stabilito dall’avviso, i giochi acquistabili devono essere utilizzabili da tutti i bambini e ragazzi, incluso quelli con qualunque tipo di disabilità. Sono inoltre ammessi a finanziamento progetti che mirano a superare le barriere architettoniche e messa in sicurezza delle aree interessate e soprattutto l’istanza del Comune deve prevedere almeno l’acquisto di un gioco inclusivo. Per venire incontro alle esigenze economiche dei Comuni, la Regione, nel caso di progetto finanziato, anticiperà il 65% del contributo assegnato. I Comuni possono presentare domanda da oggi fino al prossimo 12 dicembre 2019.