Innovazione tecnologica, Febbo: “Grandi opportunità per il sistema industriale abruzzese”

Pescara. “Siamo già al lavoro sulla nuova programmazione 2021-2027 dei fondi europei che prevede, complessivamente, 9.2 miliardi di euro – ha dichiarato l’assessore alle Attività produttive, Mauro Febbo in occasione della presentazione, avvenuta, questa mattina, a Pescara, nella sede dell’assessorato, dell’iniziativa MATCH 4.0 Digital Innovation Hub Abruzzo.

“Ritengo che si sia ben operato sull’innovazione tecnologica, come Regione, nell’ambito dell’attuale programmazione, – ha proseguito Febbo – anche grazie alla circostanza che la grande industria abruzzese ha compreso che fare leva su questi strumenti innovativi a livello tecnologico, incide poi positivamente anche sulla ricerca. Le criticità, invece, – ha continuato – sono presenti nell’ambito delle piccole e medie imprese.

Ecco perchè rivolgiamo particolare attenzione a questo tipo di “digitalizzazione” che vorremmo coinvolgesse l’intero sistema industriale regionale chè è un sistema importante non solo nel centro-sud ma in termini assoluti”. Una struttura agile e diffusa sul territorio regionale per facilitare la trasformazione digitale dei processi produttivi, in particolare delle piccole e medie imprese.

Costituita da tutte le associazioni Confindustriali abruzzesi, MATCH4.0 Digital Innovation Hub Abruzzo costituisce la vera e propria “porta” di accesso per le imprese al mondo di Industria 4.0 perché mette a loro disposizione, direttamente o attraverso partner selezionati, servizi per introdurre tecnologie 4.0, sviluppare progetti di trasformazione digitale, accedere all’ecosistema dell’innovazione a livello regionale, nazionale ed europeo.

Oltre a Febbo, sono intervenuti il coordinatore MATCH 4.0 DIH Abruzzo, Lino Olivastri, gli ingegneri Alessandra De Luca e Bruno Guardiani, Innovation Manager Match4.0 DIH Abruzzo, il presidente dell’Agenzia Speciale di Sviluppo CCIAA Ch-Pe Sportello EEN, Letizia Scastiglia, il responsabile dello sportello “European Enterprise Network”, Giovanni Marcantonio (Agenzia Speciale Sviluppo CCIAA) e Florio Corneli, presidente Federmanager Abruzzo e Molise.

La visione è quella di attivare un network territoriale dell’innovazione composto da Università, Player industriali, Centri di ricerca, Parchi scientifici e tecnologici, Competence Center, Cluster, Poli di Innovazione, Incubatori di Start-up, Spin-off, FabLab, Fondazioni, Investitori, Enti locali.

Il Digital Innovation Hub, nodo essenziale di questa rete, si configura come una cinghia di trasmissione dell’innovazione tra quello che rappresenta l’ecosistema dell’offerta e quello della domanda rappresentata dalle PMI del territorio.

Per sviluppare e orientare le traiettorie di sviluppo del tessuto imprenditoriale locale, Match4.0 intende studiare a fondo le capacità delle imprese territoriali, intercettare le risorse tecnologiche e le opportunità offerte dalle misure di finanziamento dei bandi regionali, nazionali ed europei sul tema Industria4.0.

Lo farà attraverso l’attuazione di tre progetti fondanti dell’attività del DIH Abruzzo:

OSSERVA 4.0 – Osservatorio permanente su risorse disponibili, tecnologie abilitanti, tendenze di mercato;

MATURA 4.0 – Misurazione della maturità digitale delle imprese (assessment digitale) sia in senso unitario che di appartenenti a filiere merceologiche;

FORMA 4.0 – Formazione continua per aziende e risorse umane in modo orizzontale (diffusione della cultura digitale) e verticale (su filiere e domini tecnologici).

MATCH4.0 è parte della rete dei Digital Innovation Hub di Confindustria, attraverso la quale ha accesso alle opportunità derivate dal sistema confindustriale, quali accordi di collaborazione con strutture tecnologiche di riferimento nazionale, utilizzo della piattaforma condivisa per l’autovalutazione della maturità digitale, realizzata in collaborazione con il Politecnico di Milano e accordi di collaborazione finalizzati a perseguimento degli obiettivi.

E’ socio del Cluster Nazionale “Fabbrica Intelligente”, isitutita dal MIUR per l’individuazione e l’orientamento dei programmi di ricerca con l’obiettivo di attuare una strategia basata sulla ricerca e l’innovazione per la competitività del manifatturiero italiano.

E’ parte della rete europea dei Digital Innovation Hub, istituiti dalla Commissione Europea nel 2016 con il documento “Digitising European Industry” per promuovere la trasformazione digitale delle imprese, essendo inseriti nel catalogo presente nella piattaforma della S3 Strategy Europea.

Nata come associazione senza scopo di lucro, MATCH4.0 dispone di una rete di sportelli territoriali coincidenti con le varie sedi delle associazioni confindustriali che hanno messo a disposizione propri funzionari per intercettare e orientare le richieste delle imprese verso gli attori della trasformazione digitale.

“Inclusività” e “Collaborazione” sono le parole d’ordine per lo sviluppo della neonata struttura territoriale, poiché l’obiettivo è di includere e collaborare le altre realtà dell’associazionismo datoriale e delle attività di promozione imprenditoriale regionale.