Maltempo, crollo delle temperature: neve in pianura e raffiche di vento

Un nucleo di aria fredda proveniente dai Balcani porterà nelle prossime ore un deciso peggioramento delle condizioni meteo su tutta Italia, portando venti forti e un deciso calo delle temperature su buona parte del paese e nevicate sul centrosud anche a quote di pianura.

 

 

Sulla base delle previsioni, il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso una allerta meteo che prevede, a partire dalla serata di oggi, venti forti e di burrasca su Sardegna, Marche, Emilia-Romagna, Toscana, Lazio, Umbria, Abruzzo, Molise, Puglia,

Basilicata, Campania, Calabria e Sicilia. Dalla notte si prevedono inoltre nevicate sparse a quote superiori a 200-300 metri, ma localmente fino a livello di pianura, su Abruzzo,

Molise e Puglia. Dalle prime ore di domani la neve interesserà anche Campania, Basilicata e Calabria a quote superiori a 200-300 metri, ma localmente fino a livello di pianura. Sopra i 400-600 metri la neve cadrà invece sulla Calabria centro-meridionale e sulla Sicilia.

Il calo termico sarà più sensibile al Sud e medio Adriatico dove si perderanno anche oltre 10 gradi rispetto a questi giorni, fino a 12-14 sull’Appennino dove scenderà abbondantemente sottozero.

L’arrivo dell’aria fredda sarà accompagnato anche da rovesci sparsi al Sud e Abruzzo”, con carattere nevoso in collina, a tratti in pianura. Fiocchi a tratti in pianura e sulle coste sono attesi sabato anche su Molise e Abruzzo. Gli accumuli più significativi sono attesi su rilievi settentrionali, tra l’altro, sull’Appennino molisano. Tra le località più a rischio neve Campobasso e Roccaraso. Fiocchi non esclusi anche a Sulmona, Vasto, Chieti, Termoli. La prossima settimana verso la primavera con oltre 20 gradi.