Meteo, allerta della Protezione Civile: tornano freddo e neve

La presenza di un’ampia perturbazione  sui settori centro-orientali dell’Europa causa la discesa di  impulsi instabili da latitudini settentrionali verso l’area  mediterranea, determinando, a partire da oggi, la formazione  sui mari occidentali italiani di aree di bassa pressione  tipicamente invernali, associate a precipitazioni che
interesseranno principalmente il centro-sud, con nevicate a  quote basse sulle zone interne del centro, mentre le coste  tirreniche saranno interessate da piogge e temporali sparsi.

 

Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento  della Protezione Civile d’intesa con le regioni coinvolte –  alle quali spetta l’attivazione dei sistemi di protezione  civile nei territori interessati – ha emesso un avviso di
condizioni meteorologiche avverse. I fenomeni meteo, impattando  sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle  criticità idrogeologiche e idrauliche che sono riportate, in
una sintesi nazionale, nel bollettino nazionale di criticità’ e  di allerta consultabile sul sito del Dipartimento
(www.protezionecivile.gov.it).

L’avviso prevede dalla tarda  serata di oggi, lunedì 21 gennaio, nevicate da sparse a  diffuse fino a quote di 600-800 metri sull’Abruzzo e 300-500  metri su Emilia-Romagna, Toscana, Marche e Umbria, in  abbassamento nel corso della giornata di domani, martedì 22  gennaio, fino a quote di pianura, sulle zone interne di  Toscana, Marche e Umbria, con apporti al suolo moderati. Dalla  tarda serata di oggi si prevedono inoltre precipitazioni
sparse, anche a carattere temporalesco, su Lazio e Campania.

Sui settori settentrionali e orientali del Lazio le  precipitazioni risulteranno nevose al di sopra dei 300-600
metri. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte  intensità, frequente attività elettrica, locali grandinate e  forti raffiche di vento. Sulla base dei fenomeni previsti e in  atto è stata valutata per la giornata di domani, martedì 22  gennaio, allerta gialla sul settore orientale delle Marche, sul  Lazio, sull’Abruzzo, sul versante tirrenico della Campania, sul  settore occidentale della Basilicata, sui versanti tirrenico e  ionico meridionale della Calabria.

Il quadro meteorologico e delle criticità previste  sull’Italia è aggiornato quotidianamente in base alle nuove
previsioni e all’evolversi dei fenomeni, ed è disponibile sul  sito del Dipartimento della Protezione Civile
(www.protezionecivile.gov.it), insieme alle norme generali di  comportamento da tenere in caso di maltempo. Le informazioni  sui livelli di allerta regionali, sulle criticità specifiche  che potrebbero riguardare i singoli territori e sulle azioni di  prevenzione adottate sono gestite dalle strutture territoriali
di protezione civile, in contatto con le quali il Dipartimento  seguirà l’evolversi della situazione.