Montesilvano, Bandiera Verde pediatrica: prima volta per Alba e Ortona. Tutti i riconoscimenti

Montesilvano. Salgono a 140 i Comuni italiani e due spagnoli insigniti della Bandiera verde 2019. L’annuncio è arrivato questa mattina dal presidente del comitato tecnico scientifico di pediatri, Italo Farnetani e da Francesco Maragno, sindaco di Montesilvano, città che per due anni consecutivi ha ospitato la cerimonia nazionale di consegna.

 

Ad entrare nell’ambito circuito delle città turistiche a misura di bambino sono due località abruzzesi, Alba Adriatica e Ortona – Spiaggia dei Saraceni, e poi la pugliese Margherita di Savoia, Terracina nel Lazio e la spagnola Marbella. Tutte riconfermate le altre località.

“La Bandiera Verde – ha sottolineato il sindaco Francesco Maragno –  rappresenta una sfida a mantenere i livelli qualitativi dell’offerta turistica elevati e al tempo stesso è il giusto riconoscimento per tutti coloro, amministrazione, balneatori e albergatori, che si impegnano costantemente a promuovere adeguatamente il turismo. Nell’ultimo anno Montesilvano ha incrementato le sue presenze di ben il 10% e questo è l’ulteriore dimostrazione del grande lavoro che viene fatto per alimentare il turismo del nostro territorio”.

Il vessillo viene assegnato da quasi 200 pediatri, guidati da Farnetani, a quei Comuni dotati di spiaggia sabbiosa, bassi fondali che consentono ai bambini di giocare in assoluta sicurezza, attrezzature dedicate ai più piccoli, spazi adeguati ed ampi tra gli ombrelloni, opportunità di svago e divertimento per i genitori, assistenti di spiaggia e la presenza nelle vicinanze di bar, ristoranti e locali capaci di rispondere alle varie esigenze dei bambini.

“L’Italia è l’unica nazionale al mondo ad essere dotata di una mappa del turismo familiare, costruita su fondamenti scientifici –  ha spiegato il prof. Farnetani -. Da due anni il criterio per l’assegnazione della bandiera verde, prevede che la segnalazione avvenga da 35 pediatri. Dal 2008 a oggi, con il contributo di 2550 pediatri italiani ed europei, sono state selezionate le  142 spiagge in Italia  e in Spagna adatte ai bambini. La Calabria resta anche quest’anno la prima regione a misura di bambino con 18 bandiere, seguita da Sicilia e Sardegna con le loro 16; al terzo posto, con 13 bandiere si conferma la Puglia, seguita da Marche e Toscana con 11 bandiere. Novità al quinto posto dove entrano l’Abruzzo, che con le due nuove bandiere di quest’anno sale a quota 10, insieme a Campania, Emilia Romagna e da quest’anno anche il Lazio”.

 

Presenti alla conferenza stampa gli amministratori dei comuni abruzzesi insigniti della bandiera verde. Particolarmente soddisfatti i sindaci di Alba Adriatica e Ortona, le due new entry del 2019.

“E’ per noi motivo di orgoglio far parte di questa famiglia –  ha detto la prima cittadina di Alba Adriatica Antonietta Casciotti -. L’elemento del turismo familiare rappresenta una delle peculiarità per il nostro Comune. La politica dell’accoglienza è un elemento su cui le amministrazioni puntano tantissimo, sia per una sopravvivenza economica, sia per una questione di immagine che di rispetto dei turisti che accogliamo nelle nostre località”.

“Ringrazio il professor Farnetani –  ha detto Leo Castiglione sindaco di Ortona –  ma soprattutto i pediatri che hanno proposto la candidatura della nostra città a entrare nella famiglia della Bandiera Verde. Oggi si parla di sinergia e penso che questa della Bandiera Verde sia una rete importante su cui credere e investire per creare un “prodotto Abruzzo” spendibile”.

“E’ un onore essere riconfermati anche quest’anno –  ha dichiarato Robert Verrocchio sindaco di Pineto –  nel circuito della Bandiera Verde che rappresenta uno sprone ad alzare sempre di più l’asticella. Il turista è sempre più attento al paesaggio, alla sicurezza e ai servizi offerti. Oggi c’è sempre più possibilità di scegliere e noi abbiamo il  dovere di creare i presupposti per sceglierci”.

Sulla stessa lunghezza d’onda la consigliera comunale di Silvi Beta Costantini e l’assessore al turismo del Comune di Tortoreto, Giorgio Ripani che nella Bandiera Verde vedono la sfida a «conciliare l’offerta di intrattenimento per i bambini con quella dei genitori”.

Anche per quest’anno, Roseto degli Abruzzi avrà, come annunciato nel corso di una conferenza stampa convocata a Montesilvano, l’ambito riconoscimento della bandiera verde dei pediatri 2019 insieme ad altri 142 Comuni italiani e spagnoli. “Il riconoscimento – spiega l’assessore all’Ambiente Nicola Petrini – indica una località marina con caratteristiche adatte ai bambini, selezionata attraverso un’indagi-ne condotta fra un campione di pediatri”.

Le regole restano sempre quelle: “Acqua limpida e bassa vicino alla riva, sabbia dorata e fine ideale per torri e castelli, bagnini e scialuppe di salvataggio, giochi, spazi per cambiare il pannolino o allattare, e nelle vicinanze gelaterie, locali per l’aperitivo e ristoranti per i grandi”.

Il riconoscimento viene assegnato dal 2008: in dodici anni, con il contributo di 2.550 pediatri italiani ed europei, sono state selezionate le 142 spiagge in Italia e in Spagna più adatte ai bambini.

“Siamo onorati di aver ricevuto, per l’ottavo anno consecutivo, la Bandiera Verde assegnata dai pediatri italiani della SIPPS (Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale),” dichiara il Sindaco di Roseto degli Abruzzi Sabatino Di Girolamo. “Sappiamo quanto sono attenti e scrupolosi i controlli che, ogni volta, vengono fatti per assegnare questo riconoscimento e, come ogni anno, siamo lieti di vederci confermato questo vessillo che è la testimonianza tangibile della grande attenzione che questa Amministrazione continua a porre verso tematiche centrali quali l’ambiente, il turismo, la qualità dei servizi e della vita. Ringrazio anche gli operatori turistici della città che con il loro operato hanno contribuito alla permanenza dell’ambito riconoscimento dato motu proprio dai pediatri, non essendo prevista una istanza dei Comuni in merito”.

Quest’anno la cerimonia si terrà il 28 giugno, al Comune di Praia a Mare (CS) in Calabria.

I Comuni insigniti della Bandiera Verde 2019:

Abruzzo: Montesilvano (Pescara) (2010); Giulianova (Teramo) (2010); Pineto – Torre Cerrano (Teramo) (2016), Pescara (2016), Roseto degli Abruzzi (Teramo) (2012), Silvi Marina (Teramo) (2012), Tortoreto (Teramo) (2015), Vasto Marina (Chieti) (2010); Alba Adriatica (Teramo) (2019) e Ortona – Spiaggia dei Saraceni (Chieti) (2019);

Basilicata: Maratea (Potenza) e Marina di Pisticci (Matera);

Calabria: Bianco (Reggio Calabria), Bova Marina (Reggio Calabria), Bovalino (Reggio Calabria), Capo Vaticano (Vibo Valentia), Cariati (Cosenza), Cirò Marina-Punta Alice (Crotone), Isola di capo Rizzuto (Crotone), Locri (Reggio Calabria), Melissa-Torre Melissa (Crotone), Mirto Crosia-Pietrapaola (Cosenza), Nicotera (Vibo), Palmi (Reggio Calabria), Praia a Mare (Cosenza), Roccella Jonica (Reggio), Santa Caterina dello Jonio Marina (Catanzaro), Siderno (Reggio Calabria), Soverato (Catanzaro), Squillace (Catanzaro);

Campania: Agropoli-Lungomare San Marco, Trentova (Salerno), Ascea (Salerno), Centola-Palinuro (Salerno), Ischia: Cartaroma Lido San Pietro (Napoli), Marina di Camerota (Salerno), Pisciotta (Salerno), Pollica-Acciaroli, Pioppi (Salerno), Positano-Spiagge: Arienzo, Fornillo, Spiaggia Grande (Salerno), Santa Maria di Castellabate (Salerno), Sapri (Salerno);

Emilia Romagna: Bellaria-Igea Marina (Rimini), Cattolica (Rimini), Cervia-Milano Marittima-Pinarella (Ravenna), Cesenatico (Forlì Cesena), Gatteo-Gatteo Mare (Forlì-Cesena), Misano Adriatico (Rimini), Rimini, Riccione (Rimini), Ravenna-Lidi Ravennati, San Mauro Pascoli-San Mauro Mare (Folrì-Cesena);

Friuli Venezia Giulia: Grado (Gorizia), Lignano Sabbiadoro (Udine);

Lazio: Anzio (Roma), Formia (Latina), Gaeta (Latina), Lido di Latina (Latina), Montalto di Castro (Viterbo), Sabaudia (Latina), San Felice Circeo (Latina), Sperlonga (Latina), Ventotene-Cala Nave (Latina); Terracina (Latina);

Liguria: Finale Ligure (Savona), Lavagna (Genova), Lerici (La Spezia), Noli (Savona);

Marche: Civitanova Marche (Macerata), Fano-Nord-Sassonia-Torrette/Marotta (Pesaro-Urbino), Gabicce Mare (Pesaro-Urbino), Grottammare (Ascoli Piceno), Pesaro (Pesaro -Urbino), Porto Recanati (Macerata), Porto San Giorgio (Fermo), Numana Alta-Bassa Marcelli Nord (Ancona), San Benedetto del Tronto (Ascoli), Senigallia (Ancona) Sirolo (Ancona);

Molise: Termoli (Campobasso);

Puglia: Fasano (Brindisi), Gallipoli (Lecce), Ginosa – Marina di Ginosa (Taranto), Ostuni (Brindisi), Otranto (Lecce), Polignano a Mare – Cala Fetente – Cala Ripagnola – Cala San Giovanni (Bari), Porto Cesareo (Lecce), Rodi Garganico (Foggia), Vieste (Foggia), Marina di Pescoluse (Lecce), Marina di Lizzano (Taranto) Melendugno (Lecce); Margherita di Savoia (Barletta-Andria-Trani);

Sardegna: Alghero (Sassari), Bari sardo (Ogliastra), Cala Domestica (Carbonia-Iglesias), Capo Coda Cavallo (Olbia), Carloforte-Isola di San Pietro: La Caletta – Punta Nera – Girin – Guidi (Carbonia-Iglesias), Castelsardo-Ampurias (Sassari), Is Aruttas-Mari Ermi (Oristano) La Maddalena-Punta Tegge-Spalmatore (Olbia Tempio), Marina di Orosei-Berchida-Bidderosa (Nuoro), Oristano – Torre Grande (Oristano), Poetto (Cagliari), Quartu Sant’Elena (Cagliari), San Teodoro (Nuoro), Santa Giusta (Oristano), Santa Teresa di Gallura (Olbia Tempio), Tortolì – Lido di Orrì, Lido di Cea (Ogliastra);

Sicilia: Balestrate (Palermo), Campobello di Mazara – Tre Fontane – Torretta Granitola (Trapani), Casuzze – Punta secca -Caucana (Ragusa), Cefalù (Palermo), Giardini Naxos (Messina), Ispica-Santa Maria del Focallo (Ragusa), Marina di Lipari – Acquacalda – Canneto (Messina), Marina di Ragusa, Marsala – Signorino (Trapani), Mondello (Palermo), Plaja (Catania), Porto Palo di Menfi (Agrigento), Pozzallo – Pietre Nere, Raganzino (Ragusa), San Vito Lo Capo (Trapani), Scoglitti (Ragusa), Vendicari (Siracusa);

Toscana: Bibbona (Livorno), Camaiore – Lido Arlecchino – Matteotti (Lucca), Castiglione della Pescaia (Grosseto), Follonica (Grosseto), Forte dei Marmi (Lucca), Marina di Grosseto (Grosseto), Pietrasanta – Tonfano, Foccette (Lucca), Monte Argentario – Cala Piccola – Porto Eercole (Le Viste), Porto Santo Stefano (Cantoniera – Moletto – Caletta) – Santa Liberata (Bagni Domiziano – Soda – Pozzarello) (Grosseto), San Vincenzo (Livorno), Viareggio (Lucca), Pisa – Marina di Pisa, Calambrone, Tirrenia (Pisa);

Veneto: Caorle (Venezia), Lido di Venezia, Cavallino Treporti (Venezia), Jesolo – Jesolo Pineta (Venezia), Chioggia-Sottomarina (Venezia), San Michele al Tagliamento – Bibione (Venezia).

Spagna: Malaga; Marbella.