Trasporto pubblico, la nuova distribuzione dei titoli di viaggio. Parla il DG di Tua

Chieti. Giuseppe Alfonso Cassino, direttore generale della Tua, l’azienda del trasporto unico in Abruzzo, torna a parlare del nuovo modello introdotto per la distribuzione dei cosiddetti titoli di viaggio.

 

“TUA SpA ha da tempo impostato una serie di azioni volte all’innovazione organizzativa e tecnologica di tutte le attività di supporto alla produzione, distribuzione e vendita dei titoli di viaggio. Titoli normalmente su supporto cartaceo ma in via di progressiva ed irreversibile smaterializzazione al punto che, come già accade in molte città europee e italiane, il TdV sarà ben presto sostituito da un supporto elettronico (smartcard, smartphone o carta di credito).

 

 

 

Gli obiettivi di Tua. Riduzione del costo di distribuzione portato all’1% del valore dei titoli al netto dell’IVA (cd imponibile); normalizzazione della percentuale riconosciuta al rivenditore (tutti al 4% senza eccezione alcuna sull’imponibile) e contestuale superamento di percentuali maggiori; riduzione del tempo intercorrente fra la vendita e l’incasso a 45 gg; certezza dell’esigibilità dei crediti; piena responsabilizzazione del distributore in ordine ad eventuali smarrimenti o furti.

 

” La Tua è convinta “, si legge ancora nella nota, “dei benefici di tale operazione, prosegue con fermezza e determinazione in tale direzione forte della collaborazione del distributore e dei rivenditori che, con le proprie attività e a fronte di corrispettivi fisiologici, partecipano attivamente al processo di distribuzione e di vendita.

Dunque, un sistema riportato a fisiologia con il supporto di tutti i partner che hanno condiviso questa operazione e che stanno sostenendo questo cambiamento, non essendo più tempo di rendite di posizione. Ognuno faccia la sua parte e il beneficio sarà per tutti gli attori.

Ai viaggiatori che, nel cambio del modello operativo hanno dovuto sopportare alcuni disagi, porgiamo le nostre scuse ed assicuriamo il nostro impegno a risolvere tutte le problematiche emerse nella maniera più rapida. Proprio per tale ragione, è in atto una task force che monitora costantemente la situazione intervenendo tempestivamente con i necessari correttivi approvvigionando i punti vendita sguarniti di titoli di viaggio”.