Together price. Come avere quasi gratis Netflix, spotify e amazon music in cambio di una “piccola bugia”

together-price

Molti di voi conosceranno togetherprice.com, la start up italiana di grande successo che aiuta gruppi di persone a condividere il costo dei piani multi utente come Netflix Premium, Spotify Family, Nintendo Switch, Xbox Live, Office 365 e molti altri in modo semplice e sicuro.

Una volta completata l’iscrizione (gratuita) al sito, sarà possibile unirsi ad uno dei tanti “gruppi di acquisto” versando la propria quota (si va dai 2,99 € per office 365, ai 3,49 € per spotify family fino ad arrivare ai 4,49 € per netflix premium) e si guadagna così il diritto a godere dell’abbonamento prescelto come si farebbe pagando l’intera quota, usufruendone senza alcuna limitazione.

Oppure si può scegliere di creare un proprio gruppo di condivisione proponendosi come admin e ricavandone la possibilità di usare il servizio gratis a patto di raccogliere le quote versate dai joiner sul wallet del sito e provvedere al pagamento del servizio così da garantire a tutti i joiner del gruppo un utilizzo senza intoppi nell’arco del tempo.

Completano il tutto un sistema di pagamento sicuro con tanto di restituzione della quota in caso di problemi col servizio e una serie di feedback che si possono rilasciare agli admin per testarne l’affidabilità.

Tutto ciò è possibile perchè i gestori dei servizi a cui ci si abbona su together price offrono l’acquisto di piani per utente singolo o multi utente. Questa seconda modalità consente, ad un costo maggiorato, a persone della stessa famiglia o a colleghi di lavoro di condividere lo stesso servizio su diversi dispositivi, contemporaneamente.

Per ottenere questi benefici sarà quindi sufficiente aggiungersi al gruppo d’acquisto tra quelli presenti o crearne uno nuovo e prima di sottoscrivere l’abbonamento a Spotify Family, Netflix Premium, Office 365, dichiarare di essere parte dello stesso nucleo domestico, oppure a Google drive illimitato di far parte dello stesso team di lavoro.

In questo modo la piattaforma opera in maniera perfettamente legale. Specifica, infatti, che la condivisione degli account deve avvenire rispettando i termini d’uso del servizio in abbonamento. Together Price fornisce agli utenti semplicemente un’infrastruttura informatica per agevolare la raccolta delle quote e  l’utilizzo di piani multi licenza o multi account.

Sta agli utenti che non hanno alcun rapporto con gli altri membri del gruppo non cedere alla tentazione di dichiarare il falso per usufruire dei forti sconti che la piattaforma mette a disposizione.

 

Avv. Luca Iadecola

Consulente privacy, Dpo