Ironia social sul “Dipartimento mamme” del Pd – Foto

La nascita del “Dipartimento mamme” è stata accolta con scetticismo dal popolo del web, che non ha risparmiato né le critiche, né l’ormai consueta dose di ironia.

Il Partito Democratico ha formalizzato oggi le nomine dei responsabili alla guida dei 40 dipartimenti che affiancheranno nei prossimi mesi il segretario e la segreteria, andando a costituire una sorta di esecutivo del PD.

Tra i vari dipartimenti creati, l’attenzione della rete è stata subito attirata dal “Dipartimento mamme”, alla cui guida è stata nominata la vicepresidente del gruppo PD alla Camera, Titti Di Salvo. Numerosi utenti dei social sembrano infatti non aver gradito la denominazione “Dipartimento mamme”, che è stata da molti interpretata come sessista e antifemminista.

Di diverso avviso la responsabile del dipartimento che, nel ricordare come la funzione della struttura sia quella di superare la contrapposizione tra maternità e carriera lavorativa, ha difeso la scelta del nome “Dipartimento mamme”, dichiarando: “È una scelta coraggiosa. La parola ‘mamma’ ha una forza molto potente, e questo Renzi lo sa”.