Traffic02…e il pianeta ringrazia

trafficoImmaginate cosa succederebbe se ogni università italiana, o meglio ancora, ogni università europea, adottasse il  sistema trafficO2. Le nostre città sarebbero più belle e pulite e i nostri studenti sarebbero davvero degli smart citizens. 

 

Parole di  Francesco Profumo, ex-Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. Parole da sottoscrivere. Su questa onda si muove la nuova App, sponsorizzata da Profumo. Si tratta di un’app per smartphone che ha un target preciso:  ridurre il traffico e l’inquinamento  coinvolgendo, al tempo stesso, le comunità organizzate di cittadini, le imprese locali e gli sponsor. E lo fa attraverso un accordo conveniente: tu ti muovi sostenibile e io ti premio. Vincitrice del bando  “Smart Cities and Communities and Social Innovation”  promosso dal MIUR nel 2012, la “TrafficO2”  presenta diverse novità che si chiamano punti accumulati per ricevere premi e buoni sconto. Non è riservata a pochi eletti, la App: con “TrafficO2” vincono tutti ed al tempo stesso viene protetta la salute del pianeta. La strategia è semplice.  Step numero 1.  Selezionare sulla mappa il punto di partenza e quello di arrivo; così facendo si visualizza lo  Step numero 2 :la modalità di mobilità, ossia a piedi, in bici, con i mezzi pubblici o facendo car pooling. Ed ogni possibile chance è accompagnata da dati come il tempo,la distanza, il costo, le emissioni e le calorie bruciate. Va da sé che più sostenibile è il mezzo di trasporto scelto più punti si ottengono. Cosa non si inventano quei diavoli di sviluppatori! E non basta. La App permette di condividere le tratte sui  social network , coinvolgendo così conoscenti, colleghi e amici. Appassionarsi in sfide a chi risparmia più CO2 significa un plusvalore che aggiunge peperoncino alla App. Divertenti games e quiz personalizzati danno anche la possibilità di accumulare sempre più punti. Cosa farne dei punti? Spenderli in premi e buoni sconto. Con “TrafficO2” vincono tutti: dai cittadini fino ai local business che conquistano nuovi clienti. Con lei gli sponsor ottengono visibilità per la loro etica ambientale e il pianeta ne gode in salute.. E vissero tutti felici e contenti. Iscrivendosi a trafficO2, le comunità preordinate e le aziende, danno la possibilitá ai loro utenti di usare l’app sui loro smartphone. Come potrebbe cambiare Palermo con questa App? Et voilà, è presto detto: la App sarà testata nel capoluogo siciliano. Quinta città italiana per densità veicolare, Palermo registra, allo stesso tempo, una domanda di trasporto pubblico molto contenuta. Pertanto, rappresenta il luogo ideale in cui testare il nostro progetto.La sperimentazione, che si svilupperà in Sicilia, interesserà ben 60.000 utenti dell’Università degli Studi di Palermo. Mariantonietta Sorrentino



In questo articolo: