A Chieti presentazione de ‘Il presepe dell’anima’ di Enrico Di Carlo

Chieti. Dopo una serie di presentazioni in varie città d’Abruzzo (Ortona, Pescara, Castelli, ecc.), a Chieti, nella Cripta della Cattedrale di San Giustino, lunedì 5 gennaio 2015, vigilia del Presepe Vivente, verrà presentato, alle ore 19,00, l’ultima fatica letteraria di Enrico Di Carlo, ex allievo del Liceo “G.B.Vico” di Chieti, “Il Presepe dell’Anima. Suggestioni e melodie del Natale abruzzese” (ed. Verdone).

Previsto l’intervento dell’Arcivescovo di Chieti – Vasto monsignor Bruno Forte, che ha curato la prefazione. Con il libro viene diffuso un doppio CD, “Gesù Bbambine nasce”, che contiene 19 pastorali abruzzesi eseguite dal gruppo “Abruzzo EthnOrchestra”, diretto da Mario Canci. Le musiche sono eseguite da zampogna, piffero, flauti pastorali, chitarra battente, mandolino, ddu’ bbotte e fisarmonica, in oltre un’ora di concerto, a fra da contrappunto alla lettura di brani letterari della tradizione natalizia e presepiale abruzzese

Il libro – come spiega una nota editoriale – compie un viaggio nell’anima e nella storia del presepe abruzzese. Un viaggio che racconta una “favola” senza tempo che nasce dal ricordo personale dell’autore del presepe domestico, guidato dall’esempio e dall’affetto del proprio genitore. Un rapporto – quello padre-figlio – che molto ha influito, come sottolinea Di Carlo, anche in letterati come Gabriele d’Annunzio (Pescara 12 marzo 1863- Gardone Riviera, 1 marzo 1938), Giovanni Battista (Titta) Rosa (S. Maria del Ponte – Tione degli Abruzzi, 5 marzo 1891 – Milano, 7 gennaio 1972) e Mario Pomilio. (Orsogna , 14 gennaio 1921 – Napoli, 3 aprile 1990).



In questo articolo: