Il 2016 sarà l’anno dei ponti, con 7 giorni si starà a casa un mese

Il 2016 è dietro l’angolo, ed è stato definito come “l’anno dei ponti”, un anno più rilassante grazie alle lunghe vacanze, questo è quello che emerge da un’analisi delle festività del calendario 2016, con 7 giorni si starà a casa un mese, chiedendo solo qualche giorno di ferie al lavoro.

Tanto per iniziare il primo dell’anno ed Epifania sono strategici nel 2016, con soli due giorni di ferie (4 e 5 gennaio), si può stare a casa per 6, attaccando gli altri 2, si arriva a 9.

Non è tutto, nei mesi di marzo e aprile con due lunedì festivi come il 28 (marzo) e il 25 (aprile) il week end è più lungo, non sarà impossibile ritagliarsi uno spazio per una piccola vacanza.

Per il 2 giugno invece basterà fare due calcoli per fare una bella vacanza estiva, la ricorrenza della Festa della Repubblica infatti cade di giovedì chiedendo il 3 di ferie si riesce a fare 4 giorni pieni.

Attenzione, inoltre, ai mesi di novembre e dicembre, il 1 novembre è martedì, chiedendo al datore di lavoro il 31 ottobre sarà possibile ottenere 4 giorni per stare a casa. Passato il “ponte dei morti”, occhio all’8 dicembre, il giorno dell’Immacolata cade di giovedì, chiedendo venerdì 9 potrete organizzare un goliardico week lungo, i milanesi possono far man bassa prolungando le festività grazie a Sant’Ambrogio (7 dicembre).

Insomma che dire “Lavorare, lavorare, preferisco l’odore del mare”.



In questo articolo: