Eccellenza, al Nereto basta un gol di Calderaro

Nella giornata del ricordo di Andrea Visciano il Nereto trova i tre punti in una partita non bellissima in cui il gol iniziale di Calderaro è risultato decisivo.

Prima del match un minuto di silenzio e la consegna di un mazzo di fiori da parte del capitano Di Giuseppe come segno di vicinanza alla famiglia di Andrea scomparso in settimana.

Il Nereto passa subito in vantaggio al 10′. Grande corsa di Tarquini sulla fascia, palla arretrata per Calderaro che stoppa e col sinistro da pochi passi batte il portiere. Il Paterno va vicino al pari al 41′ con un calcio d’angolo battuto teso che attraversa tutta l’area piccola senza che nessuno riesca a trovare la deviazione vincente. Sono queste le uniche emozioni in un primo tempo in cui il Nereto tiene bene senza riuscire a trovare il guizzo giusto in contropiede.

Nella ripresa ritmi lentissimi e con poche occasioni. Al 70′ il Nereto storia il raddoppio in contropiede con Zeeti che ci prova con il destro ma non riesce a superare Ranalletta. All’85’ ci prova Lazzarini che calcia però alto. Al 90′ punizione sulla trequarti per il Paterno, la palla arriva a Mastrojanni che schiaccia di testa ma Di Giuseppe compie un miracolo e tiene lì il pallone. Finisce 1-0 Il match dopo questo brivido finale, tre punti importanti per il Nereto.

NERETO: Di Giuseppe, Tarquini, Leone, Sorci, Ballanti, Zeeti, Calderaro (62′ Bellini), Tomassini (57′ Capocasa), Lazzarini, Florimbj, Antonacci. A disposizione: Pirozzi, D’Andria, Moretti, Franceschini, Cerasi, Paolini, ALL.De Feudis.

PATERNO: Ranalletta, Fellini, Shipple, Sassarini, Di Stefano, Tabacco, Iaboni (73′ Stornella), Albertazzi, Mastrojanni, Cancelli P. (57′ Ridolfi), Mercogliano. A disposizione: Di Girolamo, Cordischi, Di Virgilio, Kone, Virgilio. ALL.Torti.

Marcatori: 11′ Calderaro.

Ammoniti: Shipple (P), Antonacci (N).

Arbitro: Speziale (Nappi-Di Carlantonio).