Ryanair dichiara guerra ai furbetti del bagaglio a mano

Italiani, spagnoli e irlandesi fanno i furbi sul bagaglio a mano causando ritardi e disservizi, Ryanair annuncia tolleranza zero sulle misure delle valige.

“Le nostre regole sono chiare. Potete portare a bordo due cose: una borsa che pesa al massimo 10 kg e non oltre certe dimensioni e una più piccola. Quello che succede soprattutto in Italia, Irlanda e Spagna è che le persone tentano di aggirare i vincoli con valige fuori misura”, non usa giri di parole il patron di Ryanair Michael O’Leary. Troppi passeggeri, si presentano a bordo con bagagli fuori misura e hanno poi difficoltà a sistemarli nelle cappelliere, scatenando quindi battibecchi con steward, hostess ed altri viaggiatori.

Tutto questo provoca ritardi,” il tasso di puntualità di Ryanair nel periodo aprile-dicembre 2016 è sceso del 3% – spiega O’Leary – e la colpa è per metà delle operazioni di imbarco rallentate per il carico eccessivo”. Di qui la necessità di prendere delle contromisure, in particolare, O’Leary ha anticipato controlli più severi in fase di imbarco, soprattutto per quello che riguarda le misure dei bagagli.

La speranza è che l’inasprimento dei controlli risolva una volta per tutte il problema dei tempi di imbarco, ma se ciò non dovesse accadere, è stata ventilata l’ipotesi di rivedere la tradizionale politica del “doppio” bagaglio a mano, riservando la possibilità ai soli passeggeri che hanno pagato per l’imbarco prioritario, mentre a tutti gli altri sarà permesso portare a bordo un’unica valigia o borsa, “Ma è, per ora, un’ipotesi”, conclude O’Leary.