Eccellenza, play-off, Pineto-Martinsicuro 3-2: rimonta e polemiche nel finale

Pineto: Cattenari, Maloku, Assogna (12′ st Ndiaye), Scartozzi, Stacchiotti, Fruci, Colleluori, Francia, Antenucci, Cacciatore, Antonini. A disp. Mariani, Vespa, Di Donato, Pagliara, Ferretti, Lahbi. All. Ammazzalorso

 

 

 

 
Martinsicuro: Facibeni, Latini, Piunti (20′ st Piemontese, 24′ st Farinelli), Coccia, Cuicco, Alessandroni, Di Giorgio, Pietropaolo, Picciola, Kala, Fini (24′ st Kone). A disp. Tronelli, Lanzano, De Cesaris, Pigliacelli. All. Di Fabio
Arbitro Pezzopane de L’Aquila (Morgante- Marrone)
Reti: 14’pt Antenucci, 25’pt Coccia, 8’st Pietropaolo su rig, 45’st Cacciatore, 48’st Ndiaye

Note . Espulso 37′ st Facibeni per doppia ammonizione. Ammoniti Cattenari, Scartozzi, Antenucci, Piunti, Alessandroni, Piemontese. Angoli 5-3 per il Pineto, spettatori 350 circa con larghissima rappresentanza ospite. Reupero 2′ pt, 5′ st

Pineto. Sarà il Pineto di mister Ammazzalorso a sfidare il Paterno nella finale play off ma la vittoria morale della sfida va al Martinsicuro penalizzato oltremisura da una decisione, a dir poco discutibile, dell’arbitro Pezzopane che ha incanalato la gara. L’episodio che ha condizionato il risultato, e fatto infuriare i giocatori ospiti, i dirigenti e i circa 150 tifosi del Martinsicuro che hanno seguito la squadra, al 37 della ripresa quando Pezzopane fischia una punizione per il Martinsicuro, al momento in vantaggio per 2-1. Sul pallone, appena fuori area, va il portiere Facibeni che perde alcuni secondi. Il fiscalissimo fischietto aquilano mostra al portiere il secondo giallo, era stato ammonito nel primo tempo, e lo espelle. Furiose le proteste degli ospiti e del pubblico. Il Martinsicuro aveva effettuata già le 3 sostituzioni avendo sostituito gli infortunati Piunti e Piemontese, rimasto appena 4′ in campo. Oltre all’uomo in meno in porta va Coccia. Il Martinsicuro resiste fino al 90′ quando su punizione Cacciatore trova il pari e in pieno recupero Ndiaye evita i supplementari. Questo l’epilogo della gara che ha visto gli ospiti combattere a viso aperto contro la corazzata Pineto. Di Fabio deve rinunciare agli infortunati Carboni e Ruggero con Pigliacelli in panca ad onor di firma e rischia Pinti fermo da tre settimane per infortunio schierando 5 fuoriquota nell’undici titolare. La cronaca vede i locali partire bene e si fanno subito pericolosi con due conclusioni che si perdono di pochissimo a lato. Il vantaggio al 14′ quando Cacciatore addomestica il pallone sulla fascia desta ed offre a Antenucci un assist d’oro a centro area con il centravanti che gonfia la rete. Il pareggio ospite al 25′ con una punizione di Coccia dai 20 metri che scavalca la barriera e si insacca dove le mani di Cattenari non possono arrivare. I locali insistono e vanno vicini al raddoppio con Antenucci, la sfera si pede pochissimo a lato. sul finire del tempo prima Fruci su azione d’angolo colpisce la travera e in recupero la punizione di Antenucci sfiora il palo. Nella ripresa gli ospiti sono più tonici e trvano il vantaggio all’8′ quando Fini si incunea in area ed è steso da Scartozzi. Sul dischetto va Pietropaolo con Cattenari che intuisce ma non arriva alla deviazione. Il Pineto non riesce a farsi pericoloso, anche se Ammazzalorso rischia il tutto per tutto schierando la punta Ndiaye per il terzino Assogna, se non su punizione come quella alla mezz’ora di Fruci che si perde di poco a lato. Piunti ha problemi e viene sostituito da Piemontese che rimane in campo solo 4′ prima di rimediare una forte distorsione e viene accompagnato fuori. Con le tre sostituzioni effettuate e sei fuoriquota in campo la tegola Facibeni. In contropiede Farinelli viene fermato in area al limite della regolarità. Allo scadere una punizione dalla sinistra di Cacciatore firma il pari e in pieno recupero il contropiede di Ndiaye evita i supplrementari. Termina la gara con gli applausi dei tifosi ospiti verso i propri giocatori stremati e penalizzati dalla discussa decisione del fischietto aquilano che ha estratto il secondo giallo a Facibeni dimostrando di non avere buon senso. Il Martinsicuro riceve i complimenti ma in finale va il Pineto.