Tavecchio e Sibilla a L’Aquila per l’emergenza calcio in Abruzzo

L’Aquila. I presidenti della FIGC, Carlo Tavecchio, e della LND, Cosimo Sibilia, eletto all’unanimità nella giornata di oggi, saranno a L’Aquila il prossimo mercoledì 1 febbraio.

La presenza dei vertici del calcio italiano nel capoluogo abruzzese servirà per valutare la situazione nelle zone terremotate e colpite dal maltempo delle ultime settimane, e studiare con le autorità sportive, politiche e civili del territorio le soluzioni migliori per rilanciare la ripresa dell’attività sportiva e favorire gli interventi necessari dopo i grandi disagi dell’ultimo periodo.

E’ stata già nnunciata la presenza dei due dirigenti sugli spalti per il recupero della gara tra L’Aquila e Rieti, big match del girone G di serie D.

“Ho deciso di compiere il mio primo passo da presidente della Lega nazionale dilettanti mercoledì all’Aquila, dove alle 14.30 si giocherà il recupero della partita con il Rieti, gara rinviata a causa della terribile combinazione neve-terremoto che si è abbattuta, ancora una volta, su Abruzzo, Lazio, Umbria e Marche”. Lo ha annunciato Cosimo Sibilia, eletto alla presidenza della Lega nazionale dilettanti dall’assemblea in corso a Fiumicino, che lo vedeva come candidato unico. “Voi sapete quanto sia legato alla mia terra (l’Irpinia, ndr) e sapete pure la tragedia vissuta nell’80 a causa del terribile terremoto. Avevo poco più di vent’anni e ricordo perfettamente il dramma di quei lunghi mesi”, ha specificato Sibilia aggiungendo di aver “parlato con il presidente Tavecchio dell’adesione della Lega dilettanti al progetto già messo in piedi dalla Figc con un contributo superiore a 500mila euro, al quale si aggiungeranno altri finanziamenti europei, e che servirà ad assecondare tutte le esigenze più immediate (come materiale sportivo o pulmini per andare a giocare in altri impianti, ndr), per consentire il ritorno all’attività sportiva e, lo speriamo tutti, ad un po’ di normalità le popolazioni colpite da questa tragedia”.