Promozione, il Mosciano serve il poker (4-0): Morro al tappeto

Mosciano: Ragni, Di Benedictis (30’st Di Gregorio), Francia, Marinozzi (35’st Pica), Adamoli, Ruggieri, De Sanctis (39’st C. Di Rocco), Africani, Ragnoli (35’st Marziani), Di Luca (10’pt Kala), Martinelli. A disp. G. Di Rocco, Di Domenico, Campanella, Puglia. All. Bogliari

 

 

Morro d’Oro: Berardinelli, Forcellese, Florii, Aureli (14’st A. Bizzarri), Di Michele, Gridelli (9’st Intellini), Di Giacinto, F. Seca, Foglia (14’st Ettorre), Barlafante, M. Bizzarri (30’st Cascioli). A disp. Di Giammatteo, De Luca, G. Seca, Basilico, Sciannella. All. M. Bizzarri

 

Arbitro: Amelii di Teramo (Coccagna-Mancini)

 

Reti: 46’pt Ragnoli, 13’st De Sanctis, 28’st Ragnoli, 49’st C. Di Rocco

 

Note. Angoli 3-7. Ammoniti: Francia, Adamoli (Mos); Florii, Aureli (Mor). Espulso al 37’st Di Giancinto (Mor) per doppia ammonizione. Recuperi: 3’, 5’

 

Mosciano. Il Mosciano torna a vincere dopo un mese e lo fa in maniera convincente, soprattutto per la capacità nel corso della ripresa di mettere a frutto le sue qualità di squadra molto abile negli spazi. Frena ancora il Morro d’Oro, che parte forte (sfiora in apertura il vantaggio), ma progressivamente si sgonfia, soprattutto sul piano dell’atteggiamento. La disputa del “Mario Rodi” pone di fronte due formazioni alla ricerca del successo per rilanciare le rispettive aspirazioni d’alta classifica I biancorossi hanno una partenza sprint: dopo 25 secondi Ragni deve alzare sopra la traversa una stoccata di Barlafante, mentre al 4’ Adamoli salva sulla linea dopo la conclusione a botta sicura di Di Giacinto.

 

Con il passare dei minuti il Mosciano si sistema meglio in campo e evita di fari prendere d’infilata dalle accelerazioni degli avversari. Sfida, dunque, più equilibrato che gli uomini di Bogliari sbloccano proprio nella fase di recupero: pallone lanciato in area, De Sanctis prova un difficile avvitamento, a battuta diventa un assist al bacio che Ragnoli mette dentro da due passi. Nella ripresa la partita è meno tattica e più vivace. Rangoli ci prova per due volte nello spazio di pochi istanti (Berardinelli è reattivo), poi ci vuole un super Ragni per dire di no alla battuta di Barlafante. Nelle ripartenze il Mosciano è mortifero: Ruggieri innesca nello spazio Africani, rifornimento centrale che De Sanctis mette dentro. Bizzarri rinforza il reparto avanzato con l’ingresso di Ettorre e Alessandro Bizzarri. Al 18’ il neo-entrato va a segno, ma l’arbitro annulla per una posizione di fuorigioco.

 

Il Mosciano torna a pizzicare in avanti  Ragnoli, poco prima della mezzora, mette dentro sfruttando l’assistenza di Martinelli. Prima del gong arriva anche il sigillo finale con Christian Di Rocco, con la segnatura più bella di giornata. Sinistro dalla distanza nell’angolo alto. Il Mosciano torna a correre, il Morro d’Oro, invece, resta alle prese con un frangente decisamente complicato.