Sambuceto Calcio, l’intervista a Mattia De Deo

Sambuceto. Domenica dalla trasferta con la Torrese il Sambuceto è tornato a mani vuote a livello di punti per una sconfitta maturata nei minuti finali e soprattutto in seguito a un palo clamoroso colpito da Selvallegra quando il punteggio era ancora sullo 0 a 0. «Un po’ di fortuna ci è mancata di sicuro», analizza Mattia De Deo, portiere viola, “Se avessimo fatto gol con Selvallegra credo che la partita sarebbe potuta finire diversamente. Però dobbiamo essere onesti nel dire che non abbiamo fatto l’ottima prestazione vista col Castelnuovo e nemmeno poi così male. L’unico piccolo rammarico è che potevamo essere più fortunati”.

 Il numero 1 viola è stato comunque tra i migliori in campo della partita, con diversi grandi interventi a respingere le conclusioni avversarie. Prestazioni positive che, nell’arco di questi due anni di permanenza alla Cittadella dello Sport, si sono ripetute e mantenute costanti, segno dell’integrazione del portiere all’ambiente sambucetese: “Qui Sambuceto mi sto trovando bene, altrimenti non sarei rimasto”.

 Tra la scorsa stagione e la prima parte di quella attuale in Eccellenza a Sambuceto si sono succeduti diversi allenatori, ma ciò che è rimasto praticamente costante in quasi tutti i timonieri, compreso l’attuale tecnico Montani, è l’atteggiamento propositivo della squadra, con i viola che cercano di giungere al risultato attraverso il gioco. Una mentalità che trova l’appoggio anche di De Deo, come si evince dalle sue parole: “Per me è una cosa buona, perché fare gol e poi mettersi tutti dietro è un atteggiamento che spesso porta a una sconfitta. Per me bisogna essere propositivi e cercare fino all’ultimo di lottare per vincere”.

 Sulle modalità per tornare a “ingranare” e magari a conquistare nuovamente l’intera posta in palio, l’estremo difensore viola ha una ricetta semplice ma allo stesso tempo efficace: “Bisogna continuare a lavorare sodo così come stiamo facendo anche in settimana. Poi ci vuole una vittoria che ci possa dare un po’ di “respiro”, e che ci faccia muovere un po’ la classifica. Anche un pizzico di fortuna in più non guasterebbe”.

 La prima occasione in tal senso offerta dal massimo campionato regionale è la sfida al Pontevomano tra le mura amiche della Cittadella dello Sport di domenica prossima. I prossimi avversari dei viola occupano attualmente la coda della classifica in coabitazione con il Paterno, ma per De Deo la partita sarà tutt’altro che semplice: “Per come siamo ora a livello anche di classifica, quella di domenica è la partita più difficile. Loro sono sotto e vorranno vincere a tutti i costi. Penso che sarà ancora più difficile della Torrese. Dal canto nostro, stiamo preparando la partita al meglio, perché anche noi vogliamo vincere, e per questo stiamo cercando di lavorare nel miglior modo possibile”.