Sant’Egidio, tifoso assolto per gli scontri a Mosciano

Sant’Egidio della Vibrata. Assoluzione perché il fatto non sussiste.

Si è conclusa così, dopo due anni e cinque mesi, la vicenda giudiziaria che ha visto coinvolto l’ultras della Santegidiese D.S.G., 17enne all’epoca dei fatti.

Al termine della gara disputata nel Settembre del 2016 le due tifoserie entrarono in contatto e fu necessario l’intervento delle forze dell’ordine per riportare la calma. A seguito di ciò vennero denunciati e diffidati sette appartenenti alla tifoseria della Santegidiese, tra cui D.S.G.

I provvedimenti disciplinari irrogati consistettero a seconda dei casi nell’impedimento ad assistere alle partite interne ed esterne della squadra giallorossa per un periodo da uno a tre anni, e lo stesso D.S.G. ha subìto un anno di divieto di accedere alle manifestazioni sportive (DASPO).

A causa della sua minore età l’ultras è stato giudicato dal Tribunale dei Minori che ha riconosciuto la sua estraneità rispetto ai fatti contestatigli.