Torneo delle Regioni 2019, la Juniores Abruzzo vola in semifinale

La 58^ edizione del Torneo delle Regioni #tdr2019 non smette di stupire. I Quarti di finale hanno regalato emozioni a profusione, sfide sempre palpitanti ed imprevedibili, mai banali.

Delle sedici partite giocate sui campi del Lazio ben sette si sono risolte ai rigori e sei con un solo gol di scarto. Sorridono Lazio, Liguria, Lombardia, Toscana CPA Trento che piazzano due Rappresentative ciascuna nelle semifinali. Puglia e Abruzzo avanzano con le Juniores, Marche con gli Allievi, Umbria con i Giovanissimi, CPA Bolzano e Piemonte VdA con il femminile. Sono state eliminate tutte le campionesse in carica, poche conferme tra le prime quattro, un segnale importante di avvicendamento che certifica la competitività del torneo.

Domani giovedì 18 aprile sempre a partite dalle ore 9.30 si giocano le semifinali delle quattro categorie che si annunciano competitive e ad alto coefficiente tecnico-tattico. Non stanno lesinando impegno e coraggio le Rappresentative Regionali formate dalle giocatrici e dai giocatori dei sodalizi dilettanti delle categorie Juniores (under 19), Allievi (under 16), Giovanissimi (under 14) e femminile (under 23). Si sono presentate 74 ai nastri di partenza, ne rimangono sedici.

JUNIORES – Lazio e Lombardia in semifinale, in extremis avanzano anche Puglia e Abruzzo. Le migliori quattro regioni d’Italia nella categoria Juniores sono Abruzzo, Lazio, Lombardia e Puglia. Questo il verdetto dei campi al termine delle spettacolari gare dei quarti di finale disputate nel pomeriggio, due delle quali decise nel recupero, ormai una consuetudine di questo Torneo delle Regioni. E’ il caso dell’Abruzzo di mister Dragone, che per il terzo anno di fila centra l’obiettivo delle semifinali superando di misura la Calabria, e della Puglia di Tavarilli, capace di rimontare nel finale la Toscana (in gol il solito Ingredda, al momento capocannoniere con 5 reti) e tornare così nel lotto delle semifinaliste dopo due anni di assenza. Si rivede dopo tanto tempo anche la Lombardia, implacabile contro la Sardegna: era dall’edizione del 2015 giocata in casa (e poi vinta) che gli juniores mancavano al penultimo appuntamento del torneo. Bene anche il Lazio di Ippoliti, oggi assente in panchina per squalifica, che mette in mostra tutto il suo potenziale offensivo contro l’Umbria. Il tabellone delle semifinali (domani alle ore 15.30) prevede le sfide Lombardia-Lazio al campo “8 settembre” di Frascati e Puglia-Abruzzo al “Tomei Claudio” di Sora.

ALLIEVI – Toscana-Lazio e CPA Trento-Marche saranno queste le semifinali che si giocheranno domani giovedì 18 aprile alle ore 11.00 rispettivamente a Montecompatri e Paliano. Tre sfide dei quarti si sono risolte ai calci di rigore. Solo la gara tra Toscana e Veneto si è risolta negli 80 minuti. La selezione guidata da mister Mannelli si è imposta per 2-1 sul Veneto. Doppietta di Stauciuc, in gol all’8’ ed al 39’. Gli avversari dimezzano lo svantaggio al 64′ con Hyka, ma la Toscana resiste e conquista l’accesso alle semifinali. Se la vedrà domani con il Lazio. I padroni di casa, hanno invece centrato l’obiettivo battendo ai rigori il CPA Bolzano. Finisce 6-5 per i ragazzi allenati da Giannichedda, dopo l’1-1 maturato nei due tempi regolamentari. Di Carucci il vantaggio laziale. Lintner firma invece il pareggio per gli altoatesini. Entrambi le marcature nel corso della prima frazione di gara. Lotteria dei rigori anche per CPA Trento-Molise. A sorridere è Trento, centrando una storica qualificazione. Il confronto, terminato sul punteggio di 4-3, si era chiuso sull’1-1: Molise subito avanti al 4’ con Arco; Trento pareggia al 71’ con Tognotti. L’ultima sfida, decisa anch’essa dagli 11 metri, vede le Marche superare 5-4 la Liguria, dopo lo 0-0 maturato nei due tempi della partita.

GIOVANISSIMI – Toscana-Liguria e Lombardia-Umbria saranno queste le semifinali che si giocheranno domani giovedì 18 aprile alle ore 9.30 rispettivamente a Paliano e Montecompatri. E’ quanto emerso dalle sfide dei Quarti di oggi, emozionanti e imprevedibili, tre partite su quattro si sono risolte ai rigori. La Toscana, tornata nelle prime quattro dopo un anno di assenza, è l’unica che ha chiuso la pratica nei 70’ regolari grazie a un 4-0 già in cassaforte al termine del primo tempo. L’Abruzzo ha fatto quel che poteva. Una doppietta di Mattia Leoncini tra il 39’ e il 44’ ha marchiato a fuoco il match. Per lui sono già tre centri nel torneo. Come nei gironi anche ai quarti decisivo Francesco Ongaro autore di un assist e del gol che ha chiuso la sfida. Il giocatore dello Scandicci è il capocannoniere della categoria con cinque reti. Dopo tempo immemore la Liguria conquista le semifinali superando la Puglia ai rigori. I tempi regolamentari si erano chiusi sull’1-1 dopo un botta e risposta tutto in un minuto tra il 28’ e 29’ pt. Scanzano ha portato avanti i pugliesi, Caudini su rigore ha ristabilito la parità. Dagli undici metri i ragazzi di Gianluca Rusca si sono dimostrati infallibili mentre è stato fatale l’unico errore della Puglia. Si è risolta ai rigori anche la sfida tra Sicilia e Umbria. I finalisti della scorsa edizione lasciano strada libera ai semifinalisti del 2017. La Rappresentativa allenata da Salvatore Tarantino è passata subito in vantaggio su penalty trasformato da Petrella. Un altro rigore concesso dall’arbitro e segnato da Battistelli al 29’pt ha fissato il risultato sull’1-1 finale. Nella serie finale di rigori entrambe le squadre hanno dimostrato una freddezza invidiabile arrivando alla sequenza ad oltranza: il pugliese Baiano ha segnato, Gigante della Sicilia si è fatto parare il tiro che ha deciso la gara. Per cuori forti anche la partita Lazio-Lombardia in cui dentro c’è tutto, quattro gol nei 70’, le Rappresentative si rincorrono fino ai rigori, una sequenza infinita di 20 tiri e l’ultimo acuto che estromette i campioni in carica laziali e fa felice i lombardi in semifinale dopo due anni di assenza. Le emozioni nei tempi regolamentari si sono concentrate nei 24’ tra il 44’ e il 68’: in apertura di secondo tempo avanti la squadra di Antonio Pesce con Vetere, tre minuti dopo Francesco Zambelli ha firmato il pari. Al 53’ ancora avanti il Lazio con Gagliardi poi il solito Zambelli a 2’ dal fischio finale ha fissato il risultato finale nei tempi regolamentari sul 2-2. La sequenza finale dei rigori, una partita nella partita: nei primi cinque tutti i calciatori si sono dimostrati infallibili poi ad oltranza errori e precisone di Lazio e Lombardia sono andate a braccetto fino a quando Venturelli ha parato il tiro a Cecconi e Curridori ha segnato il penalty decisivo.

FEMMINILE – Cadono le campionesse degli ultimi due anni, rispetto alla scorsa edizione rimane solo il Piemonte VdA. Passano il turno anche CPA Trento, CPA Bolzano e Liguria. Domani alle 15.00 le liguri affrontano le bolzanine a Lariano, le trentine incrociano i tacchetti con il Piemonte sul campo di San Cesareo. La Lombardia regina della categoria e campionessa in carica è stata estromessa da un sorprendente Piemonte Vda che si conferma tra le prime quattro per il secondo anno di fila. Le calciatrici allenate da Gianluca Riccardi sono passate in vantaggio subito, al 5’ ha colpito Serena Accoliti. Nel secondo le campionesse in carica rispondono al 23’ con Linda Mauri. A 9’ dal fischio finale Noemi Papagni imprime il timbro che mette la ceralacca al match. Il CPA Trento batte ai rigori il Veneto e torna in semifinale dopo quattro anni. Succede tutto nel secondo tempo, le venete passano in vantaggio al 18’ con Pavan, le ragazze di Roberto Genta pareggia sei minuti dopo su rigore trasformato da Cassapu. Si va ai penalty, nella serie regolare due errori per ciascuna Rappresentativa, nella fase ad oltranza Niosi neutralizza la conclusione di Finotto, Tonelli non sbaglia. La Liguria torna in semifinale dopo un anno di assenza, la Toscana che ha vinto il titolo nel 2017 saluta la competizione. Le ragazze di Adolfo Maggi mettono una seria ipoteca al passaggio del turno segnando due gol nei primi 12’ con Martha Brucci e Alessia Basso rispettivamente al loro secondo e terzo centro nel torneo. Le toscane si riversano in avanti accorciando le distanze nella ripresa con Bigazzi. Ma non basta, la Liguria può esultare. Il CPA Bolzano centra la terza semifinale negli ultimi quattro anni superando una Campania orgogliosa. Decisivo il gol di Jana Prader al 19’. Il CPA Bolzano dopo le finali del 2016 e 2017 può cullare ancora il sogno di prendersi il trofeo per la prima volta nella storia.

IL PROGRAMMA

18 aprile – semifinali

JUNIORES (ore 15.00)

Lombardia-Lazio (Frascati)

Puglia-Abruzzo (Sora)

ALLIEVI (ore 11.00)

Toscana-Lazio (Montecompatri)

CPA Trento-Marche (Paliano)

GIOVANISSIMI (ore 9.30)

Toscana-Liguria (Paliano)

Umbria-Lombardia (Montecompatri)

FEMMINILE (ore 15.00)

Liguria-CPA Bolzano (Lariano)

CPA Trento-Piemonte VdA (San Cesareo)

IL CALENDARIO

Prima Fase (gironi)

13 aprile – 1ª giornata

14 aprile – 2ª giornata

15 aprile – 3ª giornata

16 aprile – giornata di riposo

Seconda Fase (eliminazione diretta)

17 aprile – quarti di finale

18 aprile – semifinali