Al Pescara basket il derby contro l’Amatori

Con una grande prova di squadra, la Pescara Basket vince il derby casalingo contro l’Amatori Pescara e blinda il primo posto in campionato alla fine del girone d’andata, davanti a una bellissima cornice di pubblico.

Capitanelli show e Pescara Basket scappa avanti (11-6), poi gli avversari si rifanno sotto sfruttando un paio di ingenuità dei ragazzi del presidente Di Censo (11-11). Entra anche Najafi (mentre il match prosegue in equilibrio) e proprio il giovanissimo esterno prima firma un assist al bacio, poi per la troppa voglia di fare bene frana contro Di Fonzo, abile a conquistarsi tre tiri liberi ma impreciso nel realizzarli, trasformandone solo uno su tre, per il 19-18 che chiude il primo quarto.

Coach Fabbri tiene in campo Najafi e lui ripaga armando la mano di Fornara, che si gira e spara da tre punti (22-18); extra pass di Kuntic per la tripla di Capitanelli e coach Verderosa deve fermare il gioco dopo sessantasette secondo nel secondo quarto (25-18). I biancorossi restano agganciati al match arpionando un paio di rimbalzi offensivi nel traffico, con Diadia Mbaye sugli scudi (29-22) mentre Kuntic alza il livello del suo gioco (31-24). Mbaye domina e il 1976 rientra, finché Adonide non lo ferma due volte di fila (la prima con una stoppata pazzesca!) e Fasciocco segna due triple in fila per il +10 (36-26). Bravi i ragazzi di coach Fabbri a giocare di squadra e trovare due tiri aperti anche quando la partita sembrava tornare in equilibrio, senza forzature. Il tempino finisce 41-28.
Dopo ventitré minuti di gioco, Mbaye ha realizzato piú del 50% dei punti degli ospiti (19 su 36) e ha riportato i suoi sotto la doppia cifra di svantaggio (43- 36). Pescara Basket ora é meno brillante in attacco, complici i problemi di falli dei suoi lunghi, ma riesce a tenere gli avversari a distanza, nonostante la bomba ‘di tabella’ di Razzi. Quando gli spazi si intasano, é la fantasia di Kuntic a liberare le linee di passaggio: doppio assist a Fasciocco e nuovo +12 per i locali (54-42). Poi Fornara attiva i suoi razzi sotto i piedi e prima strappa il rimbalzo in testa a Mbaye e poi vola sopra a De Lutiis per cinque punti in fila che valgono tanto. Pescara Basket chiude 61-46 il terzo quarto con un canestro di Masciopinto.
Gli ospiti cercano di riportarsi sotto nell’ultimo tempino, ma le triple di Fasciocco e Fornara raffreddano le loro velleità, nonostante Adonide debba uscire dopo il quinto fallo. Tanti minuti in campo per Cocco. Le folate di Razzi e Okmanas tengono ancora in vita il Pescara 1976 (76-68 al minuto 38), ma Fornara é immarcabile e realizza in qualsiasi modo. In uscita dal time out la tripla di un precisissimo Capitanelli chiude virtualmente i giochi (79-68) prima del finale, con un po’ di apprensione per la caviglia di Fornara, che si storce in maniera innaturale. Pescara Basket sempre più prima, sempre più al comando del campionato.

Pescara Basket – Amatori Pescara 79-71 (19-18; 41-28; 61-46)

Pescara Basket: Najafi, Fornara 23, Masciopinto 6, Kuntic 9 (6 assist), Di Giovanni ne, Di Giorgio ne, Capitanelli 13, Adonide 8, Pucci ne, Facciolá ne, Fasciocco 18, Cocco. Coach Fabbri.
Amatori Pescara: Okmanas 8, Di Donato, Corbinelli 12, Razzi 11, De Lutiis 2, Mbaye 25, Di Fonzo 11, Taglieri 2, Cefaratti, Pietrantoni ne, D’Onofrio ne, Di Fabio ne. Coach Verderosa