Altra occasione sprecata dagli Sharks, Imola agguanta il successo nel finale

Le Naturelle Imola – Roseto Sharks 76-68

IMOLA: Ndaw n.e, Montanari, Crow 10, Wiltshere n.e, Fultz 6,Calabrese n.e, Bowers 16, Rossi 3, Simioni 5, Raymond 25, Magrini 11. Coach Emanuele Di Paolantonio

ROSETO: Person 21, Rodriguez 7, Ianelli n.e, Penè n.e, Nikolic 6, Eboua 4, Bayehe 2, Sherrod 13, Akele 9, Panopio n.e, Pierich, Bushati 6. Coach Germano D’Arcangeli

ARBITRI: Rudellat, Marton, Meneghini

Note: parziali 19-15; 38-36; 54-57; 76-68. Tiri da 2: Imola 11/20, Roseto 18/34. Tiri da 3: 12/28; 8/31. Tiri liberi: 18/24; 8/11. Rimbalzi 39 (31+8); 30 (19+11)

Il Roseto Sharks butta via un’altra gara alla sua portata, cedendo nel finale 76-68 a Le Naturelle Imola guidata dall’ex coach biancazzurro Emanuele Di Paolantonio. I ragazzi di D’Arcangeli non approfittano di una pessima prestazione del quintetto di casa, tenuto in piedi quasi esclusivamente da Raymond; nel finale però è uscito dal torpore l’altro americano locale, Bowers, che ha firmato i canestri decisivi.

LA CRONACA

 

Bisogna attendere più di un minuto per vedere il primo canestro della gara; lo sigla Bowers, a cui replica immediatamente Nikolic. 5-2 al 2’ dopo una tripla di Raymond. I ragazzi di casa vanno ancora a bersaglio da tre punti con Magrini, nel mezzo Akele a segno con un piazzato. Diversi errori di precisione da ambo le parti, 8-4 il punteggio a metà quarto. Arrivano le bombe di Bowers e Person, Imola sempre +4. Roseto fatica a trovare soluzioni efficaci in attacco ma i biancorossi non vanno mai oltre le sette lunghezze di vantaggio. Gli Sharks si riavvicinano con Sherrod e Rodriguez, ma un siluro di Raymond rimette a distanza gli abruzzesi. Ancora Sherrod a canestro, 19-15 il risultato al 10’.

Simioni e Person colpiscono subito da tre punti. 6/7 dalla lunga distanza per Imola dopo la tripla di Rossi. Roseto però sembra essere più precisa al tiro e spreca un’opportunità per impattare. Anche Fultz decide di partecipare al “festival della bomba da tre” e nuovo +6 Le Naturelle. Time-out chiamato dal coach locale al 14’ sul 31-27. Non si segna per oltre 3’, partita fin qui qualitativamente scadente sotto ogni punto di vista. Raymond muove il punteggio con un ½ dalla lunetta. Arrivano però altre due bombe di Person e Roseto firma il primo sorpasso della gara sul 32-33. Simioni riporta avanti i suoi ma dall’altra parte lo scatenato Person firma la quinta tripla su sei tentativi, Sharks +2. Al rientro negli spogliatoi però è avanti Imola, con il canestro alla scadere di Fultz che fissa il punteggio sul 38-36. Person top scorer con 15 punti.

Quattro punti di Sherrod permettono a Roseto di rimettere la testa avanti. Imola risponde con Raymond e una tripla di Magrini, 2/3 invece di Person dalla lunetta: 43-42 al 23’. Continua altalena di vantaggi fra una squadra e l’altra, 45-46 al 25’ con il timbro di Akele. Rodriguez fallisce due tiri da tre piuttosto comodi ma il quintetto di casa dal lato opposto non fa meglio. La prima bomba di Bushati regala il +4 agli Sharks. Sul 46-50 Akele si mangia un canestro da sotto e Le Naturelle accorcia poco dopo con Crow. Imola è tenuta in piedi dagli errori dei biancazzurri in attacco e dai falli subiti da Raymond, che lo portano con frequenza in lunetta. Nuova parità prima del 3+1 di Person che regalano un nuovo mini allungo agli ospiti. Punteggio al 30’ sul 54-57.

Magrini, dopo una serie di errori commessi in precedenza, inchioda subito la bomba del 57-57. Gancio vincente del solito Raymond, Le Naturelle di nuovo avanti. Bayehe riceve un cioccolatino da Person e va a schiacciare per l’ennesima parità. 61-60 il punteggio al 33’. Crow poco dopo firma il +3 ma replica Nikolic, prima di nuovi errori grotteschi dei due quintetti sotto canestro: 63-62 al 35’. Ancora Nikolic protagonista, recuperando palla e andando a schiacciare in contropiede. Arriva però a ribattere Crow, con una superlativa bomba. Akele crea, Sherrod realizza: 66-66 al 37’. Gran canestro di Akele, Sharks avanti di due e time-out Di Paolantonio. Per fortuna per Le Naturelle che c’è Raymond che pareggia ancora una volta.

Bowers si risveglia dal letargo nel momento decisivo e piazza il siluro del +3 a 1’27” dalla fine e poco più tardi, dopo l’errore di Akele, si guadagna un viaggio dalla lunetta: 2/2, 73-68 a 49”dal termine. Bushati sbaglia da tre, rimbalzo e fallo subito ancora da Bowers, nuovamente preciso dalla linea della carità per il +7 Imola. Prima della fine, altri errori biancazzurri in attacco e ½ di Fultz: il match termina 76-68.