Altro supplementare vincente per gli Sharks, un’ottima Bakery punita da Person

ROSETO SHARKS – BAKERY PIACENZA 101-100 dopo un tempo supplementare

ROSETO: Person 46, Cocciaretto n.e, Rodriguez 3, Ianelli n.e, Penè n.e, Nikolic 5, Eboua 3, Bayehe, Sherrod 12, Akele 16, Panopio n.e, Pierich 16. Coach Germano D’Arcangeli
BAKERY PIACENZA: Castelli 16, Green 5, Perego 8, Cassar 2, Guerra 3, Pederzini n.e, Crosariol 12, Pastore 32, Voskuil 22, Buffo. Coach Gennaro Di Carlo
ARBITRI: Terranova, Scrima, Barbiero
Note: parziali 31-29; 46-51; 67-68; 89-89; 101-100 Tiri da due Roseto 16/41, Bakery 19/32. Tiri da tre 17/40; 15/28. Tiri liberi 18/28; 17/19. Rimbalzi 36(19+17), 38 (8+30)

Altra battaglia vinta all’overtime per il Roseto Sharks, che trionfa 101-100 al PalaMaggetti contro una brillante Bakery Piacenza. I ragazzi di Di Carlo riacciuffano in extremis una partita apparentemente già apparentemente nelle mani dei padroni di casa a 3’ dalla fine, ma poi si trovano a condurla a meno di due secondi dal termine. Nell’overtime i padroni di casa riescono infine ad ottenere la terza vittoria consecutiva, con Person autore di 46 punti.

I biancorossi volano così sul 3-10 dopo poco più di 2’. Roseto si scuote e grazie ad altre due conclusioni vincenti da tre punti di Person ed una di Akele si porta in vantaggio di due lunghezze. Al 5’ però gli ospiti sono di nuovo avanti 15-16. Segue una fase di grande equilibrio, durante la quale gli Sharks provano ad allungare ma la Bakery è abile a tenere il passo. Due liberi di Castelli chiudono un pirotecnico primo quarto sul 31-29.
Lo scatenato numero 17 biancorosso infila il quarto siluro della sua gara in avvio di seconda frazione. La Bakery colpisce ancora dalla lunga distanza con Guerra, portandosi avanti di quattro. Anche i padroni di partecipano con piacere al “festival della bomba da tre” con Eboua e Pierich; Pastore non ci sta e sforna un’altra magia. Si sblocca anche Voskuil, che tanto per cambiare timbra da lontano. Ospiti avanti 39-43 al 15’. I ragazzi di Di Carlo scappano sul +10, gli Sharks però tornano a segnare dal campo dopo un lungo black-out con una tripla di Nikolic e due canestri di Akele e Person. Prima di rientrare negli spogliatoi Voskuil in penetrazione firma il 46-51.
Si riparte con una tripla di Akele. Cinque punti di fila di Person permettono al quintetto locale di cacciare la freccia. I biancorossi incontrano qualche difficoltà di troppo ad infilare la difesa avversaria. Time-out Di Carlo sul 57-53 a 6’25” dal termine del terzo periodo. Castelli prova a suonare la carica ed al 25’ sono due i punti da recuperare. Voskuil firma il nuovo sorpasso piacentino, che dura pochissimo a causa di Sherrod. Pastore però riprende a far male: i suoi cinque punti portano il punteggio sul 59-63. Una nuova tripla di Voskuil permette ai biancorossi di portarsi sul +5 ma Roseto rimane a galla col solito Person: 67-68 al 30’.
Dopo due punti siglati da Voskuil, gli Sharks impattano con tre liberi di Pierich. Person è scatenato e raggiunge quota 35 punti personali col siluro del 79-76. Momento di appannamento per la Bakery, che perde lucidità: gli Sharks ne approfittano ed al 35’ si portano sull’82-76. Person continua a riportare alla memoria il suo pedigree (zio e papà ex giocatori Nba) con il missile del +9 biancazzurro. Di Carlo chiama un disperato time-out a 3’ dalla fine. Dopo un ½ di Sherrod dalla lunetta, che regala il +10 agli abruzzesi, il quintetto ospite torna però a respirare con un 2+1 di Castelli. Voskuil ritrova la via del canestro e porta i suoi sul -3. Pastore si inventa una parabola da distanza siderale che con l’aiuto del tabellone buca la retina: è parità a 34” dalla fine. 2/2 di Person dalla linea della carità, a 22”dal termine la Bakery ha tra le mani l’ultimo possesso e Green pesca Castelli che colpisce da tre: 88-89 quando mancano 12”. La successiva azione rosetana porta Akele a subire fallo a 1,7” dal suono della sirena: l’ex Venezia fa ½, 89-89 e supplementare.
I primi punti dell’overtime li firma ancora il numero 45 locale. Bombe di Pastore e Voskuil, intramezzate da un 2/2 di Rodriguez dalla lunetta. Arriva però un altro siluro da lontano di Person. Green però lo imita, firmando il suo primo canestro dal campo. Person infila anche la tripla del 99-98 quando mancano 2’. Roseto va +3 con due liberi di Pierich. Castelli va due volte in lunetta ma in entrambe le occasioni fa ½, portando il punteggio sul 101-100 a 57”dalla fine. Person sbaglia due volte la tripla della sicurezza, così la Bakery si trova ad avere la palla della vittoria con 17” a disposizione. Un’azione molto confusa vede la palla finire fuori con meno di due secondi da giocare: a giudizio dell’arbitro ben piazzato l’ultimo tocco è di un giocatore piacentino: è il colpo di grazia per la Bakery.