Apoteosi Sharks all’overtime, Roseto trionfa a Treviglio nella prima gara dei play-off

*FOTO DI DANIELE CAPONE

REMER TREVIGLIO – CIMOROSI ROSETO 73-75 dopo un tempo supplementare

TREVIGLIO: M.Nikolic 14, Reati 9, Caroti 15, Palumbo 2, D’Almeida 2, Manenti n.e, Tourè n.e, Tiberti, Roberts 17 , Siciliano n.e, Belotti n.e, Borra 14. Coach Adriano Vertemati

ROSETO: Giordano n.e, Person 11, Motta n.e, Rodriguez 15, Ianelli n.e, Canka, L.Nikolic 3, Eboua, Bayehe 2, Sherrod 20, Akele 19, Pierich 5. Coach Germano D’Arcangeli

ARBITRI: Masi, Tirozzi e Centonza

Note: parziali 18-16; 37-35; 53-54; 68-68; 73-75 Tiri da due Treviglio 11/25, Roseto 28/61. Tiri da tre 10/37,  3/19. Tiri liberi 21/30, 10/15. Rimbalzi 42(29+13), 50 (29+21)

 

Un canestro di un fin lì deludente Person regala alla Cimorosi Roseto il successo sul campo della Remer Treviglio per 73-75 dopo un tempo supplementare, l’ennesimo giocato in questa stagione dai ragazzi di D’Arcangeli.

Il PalaFacchetti si conferma parquet fortunato per i colori biancazzurri, con il quintetto rosetano che trionfa per la quinta volta nella sua storia in altrettanti precedenti sul campo dedicato alla memoria del grande calciatore dell’Inter e della Nazionale azzurra.

LA CRONACA

Treviglio deve rinunciare al capitano Pecchia, mentre fra gli Sharks subito in quintetto gli acciaccati Lazar Nikolic e Pierich.

Pronti-via e Roberts colpisce da tre punti, poi non si segna per oltre due minuti. L’ex Jacopo Borra firma il 5-0, dall’altra parte arrivano i primi due canestri ospiti siglati da Sherrod. Lo Squalo del Connecticut potrebbe addirittura portare in vantaggio i biancazzurri ma sbaglia la conclusione da distanza ravvicinata. Al 5’ punteggio in parità, 6-6. Proprio Sherrod riesce poco dopo a sancire il sorpasso, che dura il tempo di un soffio: due bombe di Caroti rilanciano la Remer sul 12-8. Quattro punti di Borra regalano il +6 ai padroni di casa, Roseto risponde col primo squillo di Person. Finale di frazione positivo per gli ospiti, che riducono il divario a sole due lunghezze: 18-16 al 10’. Già 7 punti e 5 rimbalzi per Borra

Person firma la parità. Tegola per Treviglio, con Borra già gravato di tre falli. Roseto avanti 20-21 al 12’ e Vertemati chiama il primo time-out della gara. Sharks +3 con Bayehe. Mitja Nikolic con una tripla impatta nuovamente. Regna più che mai l’equilibrio in questa fase. La Cimorosi supera il 15’ in vantaggio 28-29 con Rodriguez sugli scudi. Roseto rimane avanti di tre lunghezze per un paio di minuti, sprecando con due liberi di Sherrod l’opportunità per allungare. Due fiammate di Roberts regalano al quintetto locale quattro punti di vantaggio. Prima dell’intervallo lungo Sherrod realizza il canestro del 37-35. 10 punti per Roberts da una parte e Rodriguez dall’altra.

Al rientro in campo Sherrod  e Akele schiacciano, rimettendo avanti Roseto. I due lunghi ospiti si ripetono e i ragazzi di D’Arcangeli volano sul 37-43. Mitja Nikolic interrompe il parziale di 0-11 (considerando anche il secondo periodo) aiutato da una buona dose di fortuna. Ancora Akele a bersaglio, 39-45 al 25’. Sharks sul +9 con i primi tre punti di Lazar Nikolic. Due bombe del solito Lorenzo Caroti regalano nuova linfa alla Remer. Gran canestro di Pierich, il primo dal campo: 45-50 al 27’. Treviglio torna -1 grazie a Borra e Palumbo, così D’Arcangeli chiede un minuto di sospensione. I padroni di casa cacciano la freccia con un siluro di Roberts ma la conclusione di Sherrod a fil di sirena permette ai biancazzurri di chiudere la terza frazione in vantaggio 53-54.

Non cambia nulla per oltre due minuti, poi arriva un ½ di Caroti dalla lunetta. Segna ancora Akele, 54-56 al 33’. Treviglio continua a non segnare dal campo, ½ di Rodriguez dalla linea della carità, +3 Roseto a 6’ dalla fine. Al piazzato vincente di Sherrod ribatte Reati con una tripla, 57-59 il risultato al 35’. Ancora parità firmata da Borra. La Cimorosi supera il 37’ conducendo 60-61 ma Mitja Nikolic in sottomano sigla il sorpasso.  La nuova tripla di Reati potrebbe rappresentare un duro colpo per gli ospiti, che invece reagiscono con la prima bomba di Person e cacciando la freccia con Sherrod a 1’ dal termine. Roberts fa ½ dalla lunetta, 66-66 a 49”dalla fine. Sherrod sbaglia da sotto ma arriva il tap-in di Akele quando mancano 15”. Mitja Nikolic segna e subisce il fallo, ma sbaglia il libero supplementare: 68-68 e il risultato non cambierà nei secondi conclusivi, con un errore per ciascuna delle due squadre. Settimo overtime stagionale per i ragazzi di D’Arcangeli.

Il punteggio non si schioda nei primi 2’ del supplementare, ci pensa Borra in semigancio a muovere il risultato. Pierich trema parzialmente dalla lunetta, segnando solo nella seconda opportunità 70-69 al 43’. ½ anche per Roberts. Sherrod torna a schiacciare a 90” dal termine, 71-71. Ancora Roberts in lunetta, che stavolta fa 2/2. Sfortunatissimo Rodriguez da tre punti, con la palla che gira più volte ed esce: manca un minuto. Nuova rimessa per Roseto, Rodriguez si guadagna due tiri liberi e li segna: 73-73.

Mitja Nikolic non trova la via del canestro dalla lunga distanza, mentre Person sull’altro lato si fa trovare pronto ed in penetrazione sigla il 73-75 definitivo, a cui segue l’errore col tiro da tre punti “della disperazione” di Reati e il rimbalzo difensivo rosetano.  Gli Sharks possono festeggiare, approcciandosi con maggiore tranquillità a gara 2 in programma martedì sera sempre la PalaFacchetti.