Basket, difesa di ferro: Giulianova supera Valdiceppo e blinda la salvezza

L’Etomilu Giulianova completa l’impresa battendo Valdiceppo, con il punteggio finale di 80-67, conquistando così una meritata salvezza. Il +13 finale è frutto di una gara attenta dove una magistrale prova difensiva ha fatto la differenza.

 

Tra i giallorossi l’ottima prova del collettivo, che ha permesso di conquistare la quarta vittoria nelle ultime cinque gare, è stata impreziosita dai 16 punti di Gallerini ed i 17 di Preti, senza dimenticare i vari Bastone, Ricci, Sacripante, Locci e Tomasello autori di una prova di grande sostanza.

Giulianova schierava nel quintetto il capitano Sacripante, Ricci e Bastone, Preti da numero 4 e Tomasello sotto le plance mentre coach Schiavi per Valdiceppo sceglieva di iniziare la gara con Marchini in cabina di regia, Meschini e Meteika Meccoli esterni, Mobio e Liburdi a presidiare il pitturato.

Inizio gara tutto ad appannaggio degli ospiti che si portavano nel giro di un paio di minuti sullo 0-6, grazie alla maggiore aggressività difensiva, ma la reazione giallorossa non si faceva attendere e con 9 punti di un ottimo Bastone e due triple di Preti, lo svantaggio al 6′ veniva completamente ribaltato (15-11). Valdiceppo provava a cambiare le carte in tavola affidandosi alla difesa a zona e se in un primo tempo la scelta era premiante, in chiusura di quarto veniva battuta grazie alla buona vena al tiro di Preti (22-21 al 10’), autore di 11 punti con ben tre canestri dalla lunga distanza.

 

In apertura di secondo periodo sei punti della coppia Gallerini-Ricci lanciavano l’Etomilu sul +7 (28-21 al 12′) ma gli ospiti non mollavano di un centimetro e anche grazie ad un buon Marchini rimanevano agganciati alla partita (30-28 al 14′), dimostrando di voler vendere cara la pelle. La quarta e la quinta tripla di Preti riportavano a tre i possessi di vantaggio dell’Etomilu (39-30 al 16′) che però non poteva concedersi passaggi a vuoti, perchè puniti regolarmente dai ragazzi di coach Schiavi, sempre sul pezzo (39-34). I giallorossi però, superato il momento di difficoltà, alzavano il livello difensivo e questo si traduceva in palle recuperate e transizioni che portavano al +9 di metà gara (46-37 al 20′).

 

Al ritorno in campo dopo la pausa lunga 5 punti di Tomasello permettevano all’Etomilu di varcare, per la prima nella gara, la soglia della doppia cifra di vantaggio (51-39 al 22′). Valdiceppo trovava in Liburdi la sua ancora di salvezza (53-45) in attacco, in una fase di gioco dove con Marchini in panchina e Meschini con le polveri bagnate, gli ospiti trovavano con difficoltà la via del canestro. Giulianova, che nel frattempo aveva abbassato le percentuali al tiro, aveva buon gioco con Locci e Sacripante, che permettevano di mantenere il vantaggio sulla doppia cifra. Ed era proprio la seconda tripla del capitano giallorosso a fissare il +12 (64-52 al 27’30). Vantaggio mantenuto praticamente inalterato fino al 30′ chiuso sul 66-55.

Negli ultimi 10′ bisognava aspettare più di due giri di lancette prima di vedere un canestro. Era Andrea Locci il primo a muovere il punteggio grazie ad un viaggio in lunetta concluso con un 1 su 2 (67-55). Per il primo canestro degli ospiti bisognava aspettare invece altri due minuti (67-57 al 34′). Il peso della posta in palio raffreddava le mani ed il gioco ne risentiva. Due fiammate di Gallerini, che nel giro di un minuto segnava due volte dalla lunga distanza, spaccavano in due la partita (73-57 al 35′) dando con il +16, il massimo vantaggio all’Etomilu Giulianova. Metejka Meccoli provava a tenere viva la partita (73-60 al 36′) ma Valdiceppo non ne aveva più. L’Etomilu alzando ancora di più l’intensità difensiva costringeva alla resa i mai domi umbri, fino al +13 (80-67) di fine gara che stava a significare salvezza… una meritata salvezza.

 

ETOMILU GIULIANOVA – VALDICEPPO 80-67 (22-21, 24-16, 20-18, 14-12)

 

Giulianova: Ricci 12, Bastone 11, Preti 17, Tomasello 9, Sacripante 6, Gallerini 16, Criconia, Locci 7, Sofia 2, Malatesta, Zacchigna

Valdiceppo: Burini, Marchini 12, Speziali, Meschini 12, Righetti, Casuscelli 3, Facci, Panzieri 8, Mobio 14, Metejka Meccoli 6, Liburdi 12.