Gli Sharks affondano sotto i colpi di Antelli, San Severo passa a Roseto

SAPORI VERI ROSETO – ALLIANZ PAZIENZA SAN SEVERO 67-78

ROSETO: Mabor n.e, Lattin 8, Giordano 2, Menalo 4, De Fabritiis, Mouaha 7, Canka 5, Nikolic 22, Cocciaretto n.e, Ciribeni 4, Bayehe 6, Pierich 9. Coach Germano D’Arcangeli
SAN SEVERO: Saccaggi 6, Mortellaro 12, Kennedy n.e, Angelucci, Conti 6, Demps 15, Antelli 18, Magnolia n.e, Niro n.e, Di Donato 1, Maspero 7, Spanghero 13. Damiano Cagnazzo
ARBITRI: Tirozzi, Perocco, Calella.
Note: parziali 23-11; 38-36; 59-54; 67-78. Tiri da due Roseto 19/46, San Severo 11/32. Tiri da tre 3/19, 13/30. Tiri liberi 20/29, 17/25. Rimbalzi 51(29+22), 38 (25+13).

Una pessima ultima frazione dei padroni di casa e un super Antelli, autore di tre bombe consecutive nel momento chiave del match, regalano all’Allianz Pazienza San Severo la vittoria sul campo della Sapori Veri Roseto per 67-78. I ragazzi di Cagnazzo agguantano Verona in testa alla classifica nonostante l’assenza di Kennedy, vittima di un infortunio ad una spalla.

Pronti-via e Menalo corregge in tap-in sull’errore di Nikolic. San Severo risponde con Mortellaro, molto pimpante nelle prime battute di gara. Roseto allunga sul 7-2 dopo 2’. Confusione in attacco da ambo le parti ma quantomeno gli Sharks riescono a muovere il punteggio con i tiri dalla lunetta scappando sul +9. Gli ospiti tornano a realizzare con Maspero da tre, ma dall’altra colpisce Lattin: 13-5 al 5’. La Sapori Veri tocca le tredici lunghezze di vantaggio; L’Allianz prova a riaffacciarsi sul -8 ma Pierich ristabilisce le distanze con un “gioco da quattro” (3+1). Il primo quarto termina sul 23-11.

Ancora a segno Pierich in avvio di secondo periodo. Quattro punti consecutivi di Mortellato portano il punteggio sul 29-20 e D’Arcangeli chiama time-out a 6’40” dall’intervallo. L’italo-americano ospite va a segno altre due volte, questa volta dalla lunetta, 29-22 al 15’. Roseto non segna più dal campo e San Severo si avvicina ulteriormente. Ci prova Nikolic a risvegliare Roseto, realizzando il canestro del 33-25. Il momento no dei padroni di casa non si arresta e a 1’25” dal termine della frazione San Severo passa a condurre sul 33-34 con una bomba di Spanghero. Gli Sharks però cacciano nuovamente la freccia e rientrano negli spogliatoi in vantaggio 38-36. 14 i punti di Nikolic da una parte, 10 quelli di Mortellaro dall’altra.

Gli Sharks mantengono la testa avanti ma gli ospiti sono abili nell’impedire che il divario possa dilatarsi oltremisura. Sapori Veri in vantaggio 49-43 al 25’. D’Arcangeli si affida a Nikolic come principale terminale offensivo, con il serbo che alterna forzature o ottime soluzioni. I biancazzurri allungano sul +10 grazie a due liberi di Mouaha. Poco dopo Lattin schiaccia per il 55-43 che induce Cagnazzo a chiedere time-out con 3’42” da giocare nel terzo quarto. L’interruzione regala buoni frutti al quintetto pugliese che chiude la saracinesca in difesa e grazie soprattutto a vari tiri dalla lunetta trova uno 0-10 di parziale che gli permette di ridurre lo svantaggio sul -3. Nikolic allo scadere del periodo timbra il 59-54.

Nella frazione finale, Saccaggi subito a bersaglio da tre. Demps impatta sul 59-59 con due liberi. Le due squadre si rispondono colpo su colpo in un paio di occasioni. Antelli in penetrazione firma il sorpasso di San Severo, 63-64 al 35’. Non si segna per un paio di minuti prima che ancora il numero 10 ospite si scateni con altre due triple: nel mezzo realizza Giordano da due, 65-70 a 2’30” dalla fine. Antelli colpisce per la terza volta consecutiva da tre e a seguire realizza Demps da sotto: San Severo +10 a 90”dal termine. Roseto non c’è più e c’è ancora gloria per una tripla di Spanghero: la gara termina con un tardivo canestro di Mouaha e la festa di San Severo con i tanti tifosi accorsi in terra abruzzese, risultato finale 67-78.