Gli Sharks fanno tremare Montegranaro, ma la Poderosa ha la meglio a Roseto

ROSETO SHARKS – PODEROSA MONTEGRANARO 62-69
ROSETO: Palmucci n.e., Person 13, Rodriguez 10, Ianelli n.e, Penè 3, Eboua 11, Bayehe 2, Sherrod 2, Akele 8, Panopio n.e., Pierich 4, Bushati 9. Coach Germano D’Arcangeli
MONTEGRANARO: Treier 11, Testa, Mastellari, Simmons 12, Palermo 11, Petrovic, Negri 3, Corbett 17, Amoroso 15, Traini n.e.. Coach Cesare Pancotto
ARBITRI: Bartoli, Chersicla, Triffiletti
NOTE: parziali 13-21; 28-37; 44-46; 62-69.

Il Roseto Sharks va vicino allo sgambetto alla vicecapolista Poderosa Montegranaro, ma una serie di fattori vede i ragazzi di D’Arcangeli cedere alla Poderosa Montegranaro, che trionfa 62-69 al PalaMaggetti. Gli ospiti conducono ininterrottamente per 32′, ma gettano alle ortiche quattordici lunghezze di vantaggio prima di trovare il successo negli ultimi tre minuti di gioco.

Corbett va subito a bersaglio da tre punti. Primo canestro rosetano con Eboua. 4-7 al 3’ dopo una conclusione vincente di Simmons. Sugli scudi Simmons in casa Poderosa, il diciottenne di origine camerunense Eboua in quella biancazzurra. Roseto impatta sul 9-9 grazie ad una tripla di Person. Gli ospiti allungano di nuovo grazie al duo americano Corbett-Simmons e Trier, 13-21 al 10’.

Bayehe schiaccia in avvio di periodo. Il classe 2002 Penè brucia sul primo passo l’avversario diretto, trovando canestro e fallo: Sharks sul -3.  I padroni di casa però vivono un lungo black-out e gli ospiti sono lesti ad approfittarne volando avanti di 14 lunghezze; però il numero 31 gialloblu, beccato dai tifosi di casa, dopo aver infilato la tripla del 18-32 replica alle provocazioni beccandosi un tecnico. Roseto riduce il divario prima dell’intervallo sul 28-37.

Bomba immediata di Amoroso al rientro in campo, poi le squadre iniziano a sparacchiare da tre punti con pessimi risultati. 33-44 il punteggio al 25’, prima di un 3+1 di Rodriguez che riporta i padroni di casa a sette lunghezze di distanza. L’italo-dominicano e va ancora a segno in penetrazione, fallendo poi la tripla del possibile -2. Montegranaro torna a respirare con due liberi di Palermo. Buon per gli ospiti che il quintetto locale è altrettanto impreciso, ma ritrova la via del canestro con Eboua in chiusura di quarto. 44-46 al 30’.

Bushati firma con una tripla il primo vantaggio biancazzurro, 47-46 a 7’30”dalla fine. L’altro capitano, Amoroso, risveglia finalmente i suoi con un gioco da tre punti.  Bushati colpisce ancora dalla lunga distanza, 52-49 per gli Sharks e time-out Pancotto a 6’15”dal termine. Arrivano i primi due canestri della ripresa per Corbett e la Poderosa rimette la testa avanti. Bushati colpisce ancora una volta da tre punti ma commette poco dopo il suo quinto fallo personale.  Time-out D’Arcangeli a 3’30” dalla fine delle ostilità sul 57-61. Trier è più che mai in palla, lanciando i suoi con la bomba del +7 e spegnendo gli Sharks, che hanno l’ultimo sussulto poco più tardi con Person. Prima del termine, Palermo va cinque volte a segno dalla lunetta e Person trova la tripla del definitivo 62-69.