Gli Sharks illudono ma poi cedono alla Pompea Mantova

Pompea Mantova – Roseto Sharks 85-78

MANTOVA: Guerra n.e, Vencato 19, Morse 5, Raspino 15, Ghersetti 4, Maspero 7, Warren 10, Visconti 9,  Poggi, Ferrara, Cucci 16. Coach Alberto Seravalli

ROSETO: Person 23, Rodriguez 6, Ianelli n.e, Penè, Nikolic 4, Eboua 6, Bayehe 3, Sherrod 14, Akele 4, Pierich 9, Panopio n.e., Bushati 9. Coach Germano D’Arcangeli

Arbitri: Dori, Yang Yao, Puccini

Note: parziali 14-12; 36-38; 64-56; 85-78

Il Roseto Sharks spaventa per 30′ circa la Pompea Mantova ma poi sprofonda sul -18 e rimedia parzialmente nel finale, cedendo 85-78 al Pala Bam contro il rinnovato quintetto di Seravalli. Decisivi a cavallo fra la terza e la quarta frazione i canestri di Raspino, Visconti e di un superlativo Vencato (19 punti, 11 rimbalzi e 7 assist).

 

Pronti-via e Raspino sigla i primi due punti della gara. La manovra del Roseto in attacco è particolarmente macchinosa, mentre le cose vanno un pochino meglio in difesa. Polveri bagnate da ambo le parti per almeno 2′, poi la Pompea si porta sul 7-0. Gli Sharks continuano a mordere in fase difensiva e a fare troppa confusione sull’altro versante, così D’Arcangeli ricorre al primo time-out dopo 4’20”. L’interruzione sembra far bene ad Akele, che sigla i primi punti biancazzurri, ma è solo un’illusione perchè gli ospiti persistono nel trovare difficoltà enormi. Mantova vola sul +10 prima dell’attesa reazione dei rosetani, che accorciano a fine quarto sul 14-12. 

Secondo periodo molto più gradevole rispetto ai primi 10′, che erano stati tutt’altro che spettacolari. La formazione locale torna sul +5 in due occasioni ma due bombe di Eboua e Bushati regalano il sorpasso ai ragazzi di D’Arcangeli, 19-20 al 12′. Cucci risponde da tre punti, riportando avanti i suoi. Torna a farsi vedere Raspino, che lancia la Pompea sul 27-20.
Grazie ad un nuovo siluro di capitan Bushati, ai primi due punti di Sherrod e ad uno schiaccione di Eboua, Roseto ritrova la parità, andando addirittura +2 con Sherrod. Vencato, lasciato da solo, inchioda la tripla del 30-29. Arriva un nuovo 0-7 di parziale sull’asse Bushati-Sherrod e i biancazzurri volano sul +6. Mantova però ricuce ancora lo strappo, prima di un altro canestro di Sherrod che manda le squadre negli spogliatoi sul 36-38. 11 i punti di Vencato, 10 (realizzati in un amen) quelli di Sherrod. 

Botta e risposta Raspino-Person alla ripresa del gioco. Vencato riporta in vantaggio i padroni di casa, D’Arcangeli chiama time-out al 24′ sul 42-40. +2 Pompea anche un minuto dopo, grazie alle bombe di Person e Cucci. Gli ospiti cacciano un’altra volta la freccia con la prima tripla di Pierich, quella del 45-48. Mantova, dopo aver trovato le contromisure ad un Person molto più in palla rispetto alla prima metà di gara, trova un 9-0 di parziale che la lancia sul 58-52. La musica non cambia più di tanto nel finale di frazione, che viene chiusa dalla bomba del 64-56 realizzata dal solito Vencato.

Risultato bloccato per più di due minuti, poi arriva un arresto e tiro vincente di Person. Visconti “on fire” e la Pompea vola sul 72-60, Person però non vuole arrendersi e risponde da due punti. Mantova in vantaggio 73-62 al 35′. Dopo un canestro di Nikolic, i padroni di casa spiccano definitivamente il volo con una bomba di Warren ed una conclusione di Maspero, toccando il massimo vantaggio sull’83-65. Reazione d’orgoglio degli Sharks, che nel finale trovano dieci punti consecutivi, tornando sul -8 e fallendo prima con Pierich da tre e poi con Person (palla persa in attacco) l’opportunità di avvicinarsi ulteriormente nell’ultimo minuto di gioco. Prima del termine delle ostilità, a bersaglio Ghersetti da sotto e Pierich dalla lunga distanza. Punteggio finale 85-78, Roseto rinvia l’appuntamento con la prima vittoria stagionale, che potrà cercare nuovamente domenica prossima, nel debutto casalingo contro Cagliari.