Gli Sharks naufragano nel finale, Montegranaro ringrazia: la Poderosa trionfa all’overtime

SAPORI VERI ROSETO – XL EXTRALIGHT MONTEGRANARO 64-71 dopo un supplementare

 

ROSETO: Giordano, Menalo, Mouaha 2, L.Nikolic 5, Fokou n.e, Cocciaretto n.e, Rupil n.e, Bayehe 8, Rodriguez 16, Ghirlanda n.e, Pierich 5, M.Nikolic 28. Coach Germano D’Arcangeli

MONTEGRANARO: Miani 3, Angellotti n.e, Malintoppi n.e, Conti 8, Cortese n.e, Delas 17, Bonacini 20, Marulli 13, Berti, Thomas n.e, Cucci 10, Serpilli. Coach Gennaro Di Carlo

ARBITRI: Cappello, Bramante, Bonotto

Note: parziali 10-10; 35-27; 50-43; 57-57; 64-71. Tiri da due Roseto 12/35, Montegranaro 23/43. Tiri da tre 9/32, 3/25. Tiri  liberi 13/17, 16/20. Rimbalzi 38 (30+8), 52(41+11)

 

La Sapori Veri Roseto butta la gara con scelte scellerate nelle ultime battute, permettendo alla XL Extralight Montegranaro di pareggiare quasi allo scadere con Marulli e di trionfare agevolmente al supplementare. Passo importante verso la salvezza per il quintetto di Di Carlo, incidente di percorso gravissimo invece per la classifica degli Sharks.

Bisogna aspettare un minuto e mezzo per vedere il primo canestro della gara: lo firma il capitano ospite Bonacini. La sagra dell’errore continua e dopo 3’ il punteggio è fermo sullo 0-2. Roseto caccia la freccia con una tripla di Mitja Nikolic. 5-2 al 5’ dopo il timbro di Bayehe. Si sveglia Delas in casa XL Extralight, mentre i locali sono sorretti da Bayehe. Per il resto buio totale da ambo le parti e la prima frazione si chiude sul 10-10 fra gli sbadigli delle poche centinaia di spettatori presenti al PalaMaggetti.

Il match non sembra migliorare nelle prime battute del secondo quarto. Roseto prova l’allungo al dopo 3’30” del periodo sul 21-16 grazie a tre tiri liberi di Mitja Nikolic. Il momento positivo dello sloveno prosegue e grazie ad un suo canestro gli Sharks superano il 15’ avanti 26-18. Sapori Veri +9 grazie a una bomba dello scatenato numero 77. Montegranaro prova ad assottigliare il divario ma prima del rientro negli spogliatoi Mitja Nikolic colpisce per la quarta volta dalla lunga distanza. Si va all’intervallo sul 35-27 con 18 punti dell’ex Fortitudo Bologna.

Si riparte con Delas a bersaglio in due occasioni; gli Sharks rispondono con il solito Nikolic, 37-31 al 23’. Il quintetto di D’Arcangeli torna ad avere per due volte otto lunghezze di vantaggio ed al 25’ conduce 43-36. Da applausi uno schiaccione in tap-in di Lazar Nikolic che vola a correggere su una conclusione di Mitja respinta dal ferro.  Roseto vola sul +11 grazie ad 2+1 dell’onnipresente Mitja Nikolic. Prima della fine del periodo arrivano però quattro punti di Delas che chiudono la frazione sul punteggio di 50-43.

Nulla di fatto per oltre un minuto, con Montegranaro che domina a rimbalzo guadagnandosi dei secondi tiri, sprecati in alcune occasioni prima che Bonacini riesca a concretizzare. Roseto non segna più da diversi minuti e D’Arcangeli chiama time-out a 7’34” dalla fine. Marulli, autore fino a quel momento di una prova pessima, ruba palla e va a firmare in contropiede il canestro del -3, che anticipa quello di Bonacini e un nuovo possesso recuperato dagli ospiti: nuovo time-out Sharks sul 50-49 a 6’32” dalla conclusione. I padroni di casa tornano finalmente a colpire con una tripla di Rodriguez, che viene però poco dopo imitato da Marulli: 53-52 al 35’. Bonacini firma il sorpasso dei marchigiani. Roseto torna avanti al 37’ grazie alla tripla del 57-54 siglata da Rodriguez. Il risultato rimane invariato fino a 1’23”dal termine, quando Marulli fa ½ dalla lunetta. Prima Roseto e poi Montegranaro sprecano le successive azioni offensive. Rodriguez prova a chiudere la gara sparando da tre ma non centra l’obiettivo, mentre sul capovolgimento di fronte Marulli realizza ad 1,8” dalla fine, firmando la parità. Gli Sharks non riescono a concludere e si va così all’overtime.

+4 Montegranaro al 43’ grazie a Bonacini e Cucci. La Sapori Veri prova a sbloccarsi con Rodriguez. Bonacini dalla lunetta va a bersaglio in entrambe le circostanze a sua disposizione, così come Marulli: 59-65 a 1’dalla fine. Mitja Nikolic torna a colpire da tre punti, mantenendo vive le speranze rosetane che si spengono poco dopo con un canestro di Cucci e la tripla sbagliata da Rodriguez. Con la vittoria già in cassaforte da qualche decina di secondo, la Poderosa chiude il match trionfando 64-71.