Gli Sharks rischiano di gettarsi via a Forlì: poi fanno il colpaccio al supplementare

UNIEURO FORLI’ – ROSETO SHARKS 76-84 dopo un tempo supplementare

FORLI: Fian n.e, Giachetti 10, Marini 15, Donzelli, Bonacini 2, Signorini n.e, Fabiani n.e, Oxilia 9, Lawson 18, De Laurentiis 4, Johnson 18. Coach Giorgio Valli

ROSETO: Person 10, Cocciaretto n.e., Rodriguez 9, Ianelli, Penè, Nikolic 8, Eboua 7, Bayehe, Sherrod 13, Akele 22, Panopio, Pierich 15. Coach Germano D’Arcangeli

ARBITRI: Di Toro, Gagno, Costa

Note: parziali 14-21; 25-36; 46-56; 68-68; 76-84. Tiri da due Forlì 17/50;Roseto 26/48. Tiri da tre 10/25; 3/18. Tiri liberi 12/28; 23/30. Rimbalzi 44 (15+29), 46 (10+36)

 

Colpo esterno del Roseto Sharks, che espugna il campo dell’Unieuro Forlì (quarta forza del campionato) per 76-84 dopo un tempo supplementare, andando ad un passo dal rovinare una prestazione estremamente positiva con una sorta di suicidio sportivo nell’ultimo dei 40’ regolamentari. I ragazzi di D’Arcangeli conducono per quasi tutto il match, mantenendo 12 punti di vantaggio a 7’ dal termine e 6 a 45” dalla fine, ma si fanno raggiungere a pochi attimi dalla sirena. I biancazzurri però recuperano energie e lucidità nel corso dell’overtime, portando a casa un successo importantissimo.

LA CRONACA

Il primo punto della gara lo mette a segno dalla lunetta Eboua, che poi si sblocca anche dal campo: 0-3 dopo 2’ caratterizzati da tanta confusione in fase offensiva. Ci pensa Lawson  a sbloccare i padroni di casa ma dall’altra parte colpiscono Nikolic e Akele.  Una gran bomba di Marini e due liberi di Giachetti permettono all’Unieuro di impattare sul 7-7 al 5’. Lawson firma il primo vantaggio dei locali ma è ancora Nikolic a riportare il punteggio in parità. Dopo un ½ del solito Lawson dalla lunetta, Roseto riprende il comando della gara con Eboua e Sherrod sugli scudi: al 10’ gli ospiti sono avanti di sette lunghezze, 14-21.

Gli Sharks allungano ancora con un gran canestro di Sherrod ma poi iniziano ad incontrare qualche difficoltà di troppo in attacco. Forlì prova ad approfittarne con uno schiaccione di De Laurentiis e i primi due punti in contropiede di Oxilia, ben servito da Marini: 18-23 al 13’ e time-out chiamato da D’Arcangeli. Dopo quattro punti consecutivi di Giachetti, sono tre le lunghezze di vantaggio degli Sharks al 15’, 22-25.  Le difese continuano ad avere spesso la meglio, con tante palle perse dalle due squadre. Roseto però riprende a segnare, a differenza dell’Unieuro: vanno a bersaglio Akele, Sherrod con un altro schiaccione e Pierich con la prima tripla dei biancazzurri, che volano sul +10 a 1’20” dall’intervallo. La bomba di Oxilia illude i ragazzi di Valli, che subiscono ancora da Sherrod e da Nikolic allo scadere. Si torna negli spogliatoi sul 25-36.

Nikolic continua ad essere preciso al tiro anche in avvio di ripresa, siglando il +13 rosetano. Johnson si sblocca con una tripla ma Nikola Akele firma il 28-40. Nuovo massimo vantaggio rosetano sul 28-42 grazie a due liberi di Person. Arriva però un break di 6-0 per i forlivensi, che tornano sul -8.  Roseto però risponde con i sigilli di Eboua e Sherrod. Nuove fiammate dei padroni di casa con una magnifica soluzione di Johnson ed un’altra di Oxilia. Colpisce anche Giachetti, 40-46 a 3’30” dalla fine del terzo quarto. Due canestri di Akele in chiusura di frazione riportano gli ospiti sulla doppia cifra di vantaggio, 46-56 al 30’.

Ancora a segno il numero 45 degli Sharks per il +12 dei suoi, mantenuto fino al 33’. Dopo una serie di errori, arriva la bomba di Marini, emulata da Johnson; un carichissimo Marini segue a rimorchio il contropiede di Giachetti, depositando a canestro il 56-60.  Ci pensa nuovamente Akele ad interrompere l’8-0 di parziale locale, 56-62 al 35’.  Ancora Akele, risponde Lawson: Forlì sempre con sei lunghezze da recuperare a 4’dalla fine. Il risultato non cambia nei cento secondi successivi, poi Johnson in contropiede va a segnare e subire un ingenuo fallo da Person: fuori il libero supplementare, 60-64 al 38’. Pierich si guadagna due tiri liberi, mettendoli a bersaglio. Sbagliano Marini e Akele da tre, Sharks +6 all’ultimo minuto, sembra quasi fatta ma  non è così. Forlì cattura tre rimbalzi offensivi su altrettanti errori dalla lunga distanza ed al quarto tentativo colpiscono con Johnson: 63-66 a 44” dal termine. Indecisione di Person, pressato da Johnson e palla persa per gli ospiti. L’Unieuro fa -1 con Lawson a 24”dalla fine. ½ di Rodriguez e Sherrod dalla lunetta. Ultima azione per Forlì per trovare la parità, Roseto sceglie di non fare fallo (forse ci prova Rodriguez, senza riuscire nell’intento) e i ragazzi oggi guidata dal vice Serra (Valli è influenzato) pescano il jolly con la bomba di Johnson quando manca un secondo: 68-68, altro finale al supplementare per gli Sharks.

 

Sale in cattedra Pierich, che piazza subito una tripla. A bersaglio dalla lunetta Giachetti e Pierich, ancora +3 per gli ospiti. Tripla di Marini al 42’, è ancora parità sul 73-73. Colpisce ancora Pierich, a segno da due; dentro due liberi di Rodriguez, 73-77 al 43’. Arriva un’altra bomba di Lawson, i romagnoli tornano -1 ma poi si spengono definitivamente. Serie di errori da ambo le parti, fino ad un nuovo viaggio in lunetta per Rodriguez, che fa 2/2, conseguente ad un fallo di Marini. Il giocatore rosetano, che veste però la maglia Unieuro, dopo un errore da tre punti, commette un’altra infrazione, perdendo la calma e facendosi espellere dal campo: è fatta per Roseto, che va a referto tre volte dalla linea della carità con Rodriguez e due con Person: il match termina sul 76-84.