Il Roseto Sharks chiude il 2018 col botto, strapazzata Ferrara a domicilio

Bondi Ferrara – Roseto Sharks 59-89

FERRARA: De Zardo 4, Conti n.e, Swann 27, Petrolati n.e, Hall 5, Fantoni 10, Molinaro, Mazzoleni n.e, Mazzotti n.e, Panni 5, Calò 4, Liberati 4. Coach Andrea Bonacina

ROSETO: Person 18, Rodriguez 16, Ianelli n.e, Penè, Nikolic  5, Eboua 3, Bayehe 4, Sherrod 20, Akele 17, Panopio, Pierich 3, Bushati 3. Coach Germano D’Arcangeli

ARBITRI: Masi, Gagliardi, Del Greco

Parziali: 25-19; 42-39; 53-71; 59-89 . Tiri da due Ferrara 12/21, Roseto 27/39. Tiri da tre 8/34; 9/27. Tiri liberi 11/18; 8/16. Rimbalzi 34 (26+8), 41 (30+11)

 

Il Roseto Sharks chiude l’anno col botto, trionfando 59-89 sul campo della Bondi Ferrara. Decisivo il terzo quarto, iniziato con tre punti da recuperare e chiuso avanti di diciotto. Il dominio prosegue anche nella frazione decisiva, con i padroni di casa sempre più disastrosi col passare dei minuti ed il divario che al termine della gara tocca le trenta lunghezze.

LA CRONACA

Prime battute di gara nel segno di Akele, che va due volte a bersaglio. La Bondi si sblocca con Hall e Calò, 4-4 dopo 2’. Roseto torna avanti con una bomba di Person ma Swann replica immediatamente, riportando il punteggio in parità. Primo vantaggio estense con Fantoni, Akele impatta di nuovo.  15-9 al 5’ dopo altre due triple di Swann. Ferrara allunga con due liberi di Fantoni. Gli Sharks tornano a segnare con Rodriguez ma dall’altra parte Hall colpisce dalla lunga distanza, portando i suoi sul 20-11. Il quarto siluro di Swann regala il +12 al quintetto locale ma Roseto nel finale di frazione trova le triple di Rodriguez e Pierich. 25-19 al 10’.

Bushati trova i primi due punti della sua gara con una gran penetrazione, riportando gli ospiti sul -4. La quinta bomba di Swann interrompe uno 0-8 di parziale rosetano. Coach D’Arcangeli ottiene buone cose da Eboua in difesa e Bayehe in attacco, a segno in due occasioni. Tre viaggi in lunetta per De Zardo fruttano altrettanti punti alla Bondi, la metà del bottino auspicato. Akele sale in doppia cifra, 31-27 al 15’. L’ex Venezia trova ancora la via del canestro, costringendo Bonacina a chiamare time-out. Roseto caccia la freccia sul 31-32 con la bomba di Eboua, Fantoni prontamente replica.  Negli ultimi due minuti risale in cattedra Swann, con sette degli otto punti della sua squadra; Akele e Sherrod tengono in piedi i rosetani. Si va all’intervallo lungo sul 42-39. Swann è già a quota 22, 13 invece i punti di Akele.

Si riprende con un gran canestro di Person. Sorpasso Sharks con la bomba di Rodriguez ma il vantaggio dura pochi attimi, perché va a segno Panni da tre per il 45-44. Botta e risposta Akele-Panni, 2/3 dalla lunetta per Person e canestro di Sherrod: Roseto +3. I biancazzurri allungano sul 48-55 con la bomba di Nikolic al 25’. Gli Sharks continuano a dominare trovando altri sette punti consecutivi: +14 ospite a 4’ dalla fine del periodo.  Swann dalla lunetta chiude un parziale di 0-12 ma Rodriguez piazza un’altra tripla per il 50-65. I rosetani sono padroni del campo volando sul +18. Ferrara torna a segnare dal campo dopo 8’ con Liberati ma allo scadere Akele firma il 53-71.

Altri quattro punti in apertura di frazione finale siglati da Sherrod, time-out sul +22 biancazzurro a 8’36” dal termine. Gli ospiti non segnano per quasi 4’ ma il quintetto estense non ne approfitta ed al 35’ ha accorciato solo in minima parte, punteggio sul 57-75. La partita da qui in poi ha ben poco da dire, con il secondo successo esterno stagionale per gli Sharks ormai saldamente piazzato in freezer. Nuovo time-out al 36’ sul 57-80. Ferrara però è già ampiamente uscita dal campo, Roseto tocca le trenta lunghezze di vantaggio e fallisce sul finale con Panopio la possibilità di allungare sul +33. Il match termina così sul 59-89.