Marcelo Zubiran entra nel progetto della Teate Basket Chieti come supervisore tecnico delle giovanili

Chieti. L’Europa Ovini Chieti è lieta di annunciare l’accordo siglato con l’allenatore uruguaiano Marcelo Zubiran il quale si occuperà della gestione di tutto il settore giovanile teatino in qualità di supervisore tecnico al fianco del responsabile Luca Cinquegrana. Inoltre coach Zubiran siederà sulla panchina della Serie C Silver e dell’Under 18 Gold targata Teate Basket Chieti mentre Gianfranco Mucci tornerà nel suo doppio ruolo di assistente e di preparatore atletico.

 Nato in Uruguay, il nuovo tecnico ha alle spalle una brillante carriera da allenatore che lo ha portato a girare il mondo e ad ottenere successi prestigiosi come l’oro nella Divisione C nel Campionato europeo femminile con Gibilterra nella scorsa estate. L’esperienza accumulata negli anni sicuramente sarà il perno sul quale imposterà il suo lavoro con i ragazzi. Sacrificio, passione e determinazione sono le parole d’ordine della sua missione. “Per me la voglia di giocare sta alla base di tutto, il linguaggio del corpo dice molto dello spirito di un giocatore”- dichiara coach Zubiran che poi prosegue – tutti i ragazzi del nostro settore giovanile devono capire di far parte di una Società solida e ambiziosa nella quale, con sacrificio e determinazione, si può arrivare un giorno anche in prima squadra. Ovviamente non tutti possono diventare professionisti e, se non dovessero sfondare, dobbiamo lavorare affinchè possano diventare futuri dirigenti della nostra squadra di cui si sentono rappresentanti. In poche parole alla base di tutto deve esserci la filosofia del lavoro e mi spiego meglio: io non devo spronare un ragazzo a venire al top agli allenamenti, io non posso allenare la tua energia perché quello è la condizione essenziale di partenza ovvero avere la gioia nel giocare a basket. Dobbiamo lavorare per raggiungere un ritorno sportivo e oggi la Teate Basket Chieti sta dando una possibilità ai suoi tesserati, una piattaforma per mettersi in gioco e per cercare sempre di vincere”.

 L’animosità con la quale ha esposto la sua filosofia è travolgente così come la soluzione per metterla in pratica: “La strada per farcela, un passo alla volta, è partire da una stretta collaborazione tra i nostri allenatori e la dirigenza, preparando un prospetto specifico per ogni singola categoria e partendo dal minibasket che è puro divertimento ed in cui i bambini devono appassionarsi al basket. Credo che, invece, nei primi anni del settore giovanile, a partire dall’Under 13 per intenderci, si debba lavorare sui fondamentali individuali quindi uno contro uno a tutto campo, sia in attacco che in difesa. Solo dall’Under 16 si può iniziare a parlare di sistema, di difese a zona, di attacchi complessi. Questa è la strada per formare dei giocatori. Sono sicuro che ce la faremo”.

 Come preannunciato nelle scorse ore, la Serie C Silver è parte integrante del processo di crescita dei nostri under, per cui la dirigenza teatina si sta muovendo per potenziare il roster con dei tasselli esperti ed in grado di fare da chioccia ai più piccoli. Dopo l’ufficializzazione di Enrico Pappalardo, si è aggregato in prova durante gli allenamenti anche Mirko De Luca, guardia classe 1988 con un lungo passato in questa categoria tra Pescara Basket e Basketball Teramo dove ha militato fino allo scorso anno.