Non solo Jones, la Sapori Veri Roseto ritrova il successo: battuta Ferrara

SAPORI VERI ROSETO – FELI PHARMA FERRARA 82-68

ROSETO: Mabor n.e, De Fabritiis 17, Mouaha n.e, Canka 10, Nikolic 11, Oliva 2, Fokou, Jones 25, Rupil, Bayehe 7, Ghirlanda n.e, Pierich 10. Coach Germano D’Arcangeli

FERRARA: Wiggs 5, Vencato 19, Fantoni 8, Ramazziotti n.e, Baldassarre 5, Beretta 2, Panni 9, Buffo, Balducci n.e, Ianelli n.e, Campbell 12, Ebeling 8. Coach Spiro Leka

ARBITRI: Wassermann, Chersicla, Barbiero

Note: parziali 18-13; 46-30; 56-52; 82-68. Tiri da due Roseto 16/35, Ferrara 11/21. Tiri da tre 13/30, 12/35. Tiri liberi: 11/15, 10/17. Rimbalzi 39(29+10), 38(28+10)

 

La Sapori Veri Roseto ritrova il successo dopo quattro ko consecutivi, battendo 82-68 al PalaMaggetti la Feli Pharma Ferrara. I padroni di casa controllano il match agevolmente per più di metà gara, fino alla rimonta sul finale della terza frazione degli estensi, che tornano sul -2 ma crollano definitivamente sotto i colpi di Jones e De Fabritiis, autore di quattro triple nella frazione conclusiva.

LA CRONACA

 

Roseto subito avanti con un semigancio di Bayehe, Ferrara replica con una bomba di Ebeling. Dopo il debutto sul campo dell’Urania Milano, Bobby Jones si presenta davanti al suo nuovo pubblico con due canestri consecutivi. Al termine di una serie di errori alternativi, la Feli Pharma muove il punteggio con due liberi di Vencato. Dall’altra parte del campo, gli Sharks realizzano dal campo con Bayehe. Tripla di Canka al 5’, biancazzurri avanti 11-7. Il numero 10 locale colpisce ancora dalla lunga distanza per il +6 biancazzurro. Nel finale di frazione gli ospiti faticano a contenere Jones, che va due volte in lunetta. Vencato va a bersaglio per il 18-13 con il quale si chiude il primo periodo.

Bombe di Nikolic e Campbell in apertura di quarto. Oliva trova in maniera fortunosa il primo canestro in maglia Sapori Veri e soprattutto il primo dopo il grave infortunio subito in America lo scorso gennaio. La Bondi si riaffaccia sul -3 ma Jones colpisce, allo scadere dei 24”, dalla media distanza: 25-20 al 15’. Gli Sharks portano il proprio vantaggio oltre la doppia cifra sul 33-20 con due triple di Nikolic e con una conclusione da due di Jones. La Feli Pharma prova a riemergere con Ebeling dalla lunga distanza ma la risposta rosetana arriva prontamente con una bomba di tabella di De Fabritiis. Pierich, dopo sette opportunità fallite, va a bersaglio in due occasioni. Nei due minuti che precedono l’intervento, si segna ripetutamente da ambo le parti. Il siluro di Jones precede di qualche attimo la sirena: si rientra negli spogliatoi sul 46-30.

2+1 di Campbell alla ripresa del gioco. Ferrara spreca la possibilità di tornare sul -10 e dalla parte opposta Jones punisce la difesa estense con una grande soluzione dalla media distanza. I ragazzi di Speka sembrano proseguire nel trend negativo messo in evidenza nella prima metà di gara. Roseto in questa fase non infierisce ulteriormente ma gli ospiti non ne approfittano, sparando a salve e facendo tante confusione in fase di possesso. 49-34 il punteggio al 25’. Un parziale di 1-11 firmato integralmente da Vencato riapre la gara, rimettendo i suoi sul -5 al 28’. La Sapori Veri torna a realizzare con Jones, ma Ferrara continua a martellare da tre con Panni e Campbell. Il periodo termina sul 56-52.

Triple di De Fabritiis e Campbell nei primi due minuti della frazione decisiva. Il redivivo Wiggs sigla il -2 ma il pubblico di casa esulta poco dopo per due nuove bombe di De Fabritiis. Time-out Ferrrara sul 66-57. Il quintetto di Speka continua ad affidarsi a conclusioni dalla lunga distanza, con risultati più altalenanti rispetto alla frazione precedente. Il siluro di Pierich regala ai padroni di casa il 71-60 al 35’. La Feli Pharma non molla, la bomba di Vencato e il 2/2 di Fantoni dalla lunetta siglano il -6, che permane a due minuti dalla fine. Arriva il momento per il quintetto locale di mettere la palla nelle mani di Jones, che trova a cento secondi dalla fine il 2+1 del 76-67. Il sigillo finale alla vittoria biancazzurra arriva con la successiva tripla, la quarta del periodo, di De Fabritiis. Il match termina con gli Sharks che controllano agevolmente fino all’82-68 finale.