Ottavi playoff A2: gli Sharks non sbagliano e passano a condurre la serie 2-1

CIMOROSI ROSETO – REMER TREVIGLIO 83-73

TREVIGLIO: M.Nikolic 15, Reati 9, Caroti 16, Palumbo 3, D’Almeida 2, Tourè n.e, Tiberti , Roberts 7, Siciliano n.e, Belotti n.e, Borra 21. Coach Adriano Vertemati

ARBITRI: Brindisi, Marota, Puccini

Note: parziali: 20-25; 49-38; 69-60; 83-73. Tiri da due Roseto 31/50, Treviglio 16/29. Tiri da tre 3/14; 10/24. Tiri liberi 12/18; 11/11. Rimbalzi 31 (23+8), 29 (23+6)

 

La Cimorosi Roseto non fallisce l’obiettivo davanti al proprio pubblico, battendo 83-73 la Remer Treviglio e passando a condurre la serie sul 2-1; domenica al PalaMaggetti match ball per i ragazzi di D’Arcangeli.

Roseto parte con il giovanissimo Ianelli in quintetto. In avvio, pregevole assist di Nikolic per Sherrod che schiaccia in corsa ma Treviglio risponde prontamente con Mitja Nikolic e Roberts. Roseto torna avanti con con due canestri consecutivi di un brillante Lazar Nikolic. Il serbo è scatenato e va anche ad inchiodare al 5’ lo schiaccione del 12-8. Tre minuti più tardi però gli ospiti rimettono la testa avanti con uno spettacolare tap-in di Borra, a cui ribatte l’ispiratissimo Lazar Nikolic. Caroti si conferma mortifero dalla lunga distanza, colpendo in due occasioni; Roberts segue il buon esempio del compagno, firmando la tripla del 20-25, risultato con il quale si chiude la prima frazione.

La bomba di Palumbo induce D’Arcangeli a chiedere un immediato time-out. Il successivo 2/2 dalla lunetta di Borra lancia la Remer sul +10. Roseto reagisce con un arresto e tiro di Person ed un 3+1 di capitan Pierich, gettato nella mischia da pochissimo. Vertemati chiama un minuto di sospensione ma subito dopo Roseto colpisce ancora con Person e Rodriguez, ritrovando la parità al 13’. Gli Sharks cacciano la freccia con un tiro libero di Pierich ed allungano con una penetrazione di Person: nuovo time-out sul 33-30 a sei minuti dall’intervallo. Cimorosi sul + 7 al 15’ con Rodriguez e Sherrod, poi Borra realizza due canestri dalla media interrompendo il 17-0 di parziale biancazzurro. Gli Sharks tornano a dilagare nel finale di periodo, rientrando negli spogliatoi avanti 49-38. 12 di Person e 11 di Nikolic nelle fila biancazzurre, 12 di Borra per la Remer.

Al rientro in campo, Sherrod è nel vivo del gioco, trovando il bersaglio in due occasioni. La tripla di Akele al 23’ regala quindici lunghezze di vantaggio ai padroni di casa. Person sbaglia la schiacciata in corsa ma la palla in qualche modo finisce ugualmente nel cesto, Sherrod realizza due tiri liberi e Roseto al 25’ domina sul 60-41. Mitja Nikolic prova a tenere in piedi gli ospiti ma la Cimorosi sembra rispondere prontamente colpo su colpo. La Remer però negli ultimi 100 secondi ha un improvviso sussulto e con l’ennesima bomba di Caroti si riaffaccia sul 69-60 con dieci minuti ancora da giocare.

Person prova a sbloccare gli Sharks ma dall’altra parte Borra schiaccia in solitaria e poi colpisce con una tripla da posizione centrale, riportando Treviglio sul -6. Punteggio inchiodato sul 71-65 per quasi due minuti, con opportunità sprecate da ambo le parti. Ci pensano Sherrod e Caroti a muovere il punteggio, 73-67 a 6’dalla fine. Roseto +8 al 35’ con due liberi di Person. Il divario tocca nuovamente la doppia cifra grazie a Sherrod, così Vertemati chiama time-out.

Person si beve Borra nell’uno contro uno, realizzando il 79-67. Caroti da distanza siderale riporta i suoi sotto di nove al 37’. Trenta secondi più tardi una magia di Person induce il coach ospite a chiedere un’altra interruzione. Cimorosi avanti 81-71 a 2’dal termine. A Borra ribatte Akele, Roseto rimane avanti di dieci ad 1’dalla fine. Il successivo fallo in attacco di Borra sancisce il definitivo game-over per la Remer. Il punteggio non cambierà più, gli Sharks trionfano 83-73 e si portano in vantaggio 2-1 nella serie. Appuntamento per Gara 4 sempre al PalaMaggetti domenica alle ore 18.